Comics

ROUGH RIDERS #1, #2, #3 – Recensione

Rough Riders

“Ci si chiede qual è la differenza tra un leader e un capo: il leader guida, il capo conduce.”

Immaginate che Theodor Roosevelt abbia una doppia vita e che di notte, totalmente camuffato, sfrutti tecnologie molto avanzate vigilando come un Batman d’altri tempi sulla propria città. Immaginate che un gruppo di facoltosi signori dell’establishment gli affidino il compito di sventare una minaccia che rischia di far soccombere gli USA e, forse, il mondo intero. Ora immaginate che Roosevelt recluti una serie di persone dalle caratteristiche molto speciali per risolvere la situazione. Per la precisione, immaginate che assoldi Harry HoudiniAnnie OakleyThomas EdisonJack Johnson e Monk Eastman.

Da Aftershock Comics arriva Rough Riders, in Italia grazie alla saldaPress, serie scritta da Adam Glass (famoso autore TV: Deadpool, Suicide Squad) e disegnata da Patrick Oliffe (illustratore navigato che ha lavorato sia in casa Marvel che DC). Lecito pensare che sia una sorta di La lega degli straordinari Gentlemen 2.0… ed effettivamente, l’idea iniziale, rappresenta in parte quella scritta dallo stesso Alan Moore con la differenza che  Rough Riders si limita a condividere quel principio non perdendo la sua originalità.

Immagine.png

Adam Glass scrive un’avventura steampunk molto peculiare, scandendo un filone narrativo fantastico e dettagliato. Abilmente introduce tecnologie anacronistiche in un’ambientazione storica senza mai cadere nell’eccesso. Mischia elementi soprannaturali, politici e storici – seppur fantasiosi – in un crescendo continuo arrivando sempre sopra le righe in maniera concreta e mai fine a se stessa. La storia continua senza intoppi dal primo volume al secondo e – grazie all’anteprima inviataci da saldaPress – anche con il terzo. C’è armonia, coerenza e logicità. Questo ci porta inevitabilmente a soppesare la grande esperienza accumulata, da parte dell’autore e dei suoi lavori passati con ritmi decisi, seppur spesso prolissi, ma mai noiosi. I profili dei personaggi sono ben curati e rappresentativi e centrano in pieno il senso stesso che accompagna, storicamente, alcuni dei personaggi leggendari presenti tra queste pagine.

Immagine

Il lavoro di illustrazione è ben strutturato e anche in questo caso si nota l’intelligenza di Oliffe nella creazione e caratterizzazione dei personaggi grazie sempre all’esperienza accumulata precedentemente durante la creazione di quasi tutti i personaggi principali delle due major. I disegni raccontano  bene la storia e a sua volta caratterizzano il profilo stesso dei personaggi con espressioni dal senso artistico particolare e ricchi di contrasti visivi. Esempio: è impossibile non apprezzare l’aspetto artistico di un Edison molto mansueto e riservato che intraprende una missione con Annie Oakley, caratterialmente opposta, molto audace e schietta. Queste particolarità e l’attenzione al dettaglio, viene evidenziato in un profile grafico davvero eccelso.

Immagine.png

In conclusione, Rough Riders #1, #2 e #3 sono realmente un piccolo capolavoro, ideato forse da qualcosa già vista, ma che si scopre essere dai risvolti veramente originali. Adam Glass e Patrick Oliffe chiudono il cerchio rendendo l’opera totalmente rappresentativa in tutto e per tutto con personaggi di un certo spessore patriottico verso quell’America che si stava per confermare come prima potenza mondiale. Un racconto che si posa tra il meta-storico avvincente e ricco d’azione accompagnato da disegni realistici che funzionano e si rendono credibili con il contesto narrativo. Una di quelle letture che silenziosamente e inaspettatamente si scopre come una Grande Opera. Se volete vivere magiche avventure con un misto di generi e sottogeneri ben ideato, Rough Riders, fa proprio a caso vostro.

8.5

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.