Nintendo

Crash Team Racing Nitro-Fueled – Recensione e Videorecensione

Crash Team Racing, per quanto mi riguarda, non è stato un semplice videogioco, ma IL videogioco della mia infanzia assieme ai vari Warioland e Pokémon. Un titolo di corse semplice, immediato, ma complesso e infame al tempo stesso; il giusto mix tra divertimento e, soprattutto, feroci liti con gli amici, sempre risoltesi con un classico “vaffan, non gioco più con te!”.

Correva l’anno 1999 quando mio cugino mi fece provare CTR e, nonostante i quasi vent’anni passati, ricordo ancora il mio stupore fanciullesco di poter correre e al tempo stesso guastare le feste degli avversari a suon di bombe, missili e Sfere Warp. Un gameplay semplice nel complesso, ma in grado di regalare soddisfazioni e scleri come pochi altri.

Quanti ricordi, non ce la faccio!

Complice il successo di Crash N-Sane Trilogy, Activision non poteva non riproporre Crash Team Racing, uno dei giochi più apprezzati della prima mitica PlayStation. A distanza di due anni dalla trilogia del 2017, potremo vestire nuovamente i panni di Crash e sbizzarrirci in corse all’ultimo respiro con questo remake che, in quanto tale, è stato ricostruito da zero: ogni personaggio, tracciato e filmato è stato realizzato da capo grazie al nuovo motore grafico.

Nostalgia canaglia

Oltre ai personaggi e ai circuiti storici, a partire dal 3 luglio Activision rilascerà una serie di nuovi contenuti gratuiti, ampliando così le possibilità di scelta.

Ma soffermiamoci sul presente. Crash Team Racing Nitro Fueled offre le medesime modalità del gioco originale con alcune migliorie. In primo luogo, l’intelligenza dei nemici è stata rivista ed ora i nostri avversari sfrecceranno lungo i tracciati senza troppe incertezze, droppando bombe e casse di dinamite lungo le traiettorie più gettonate. Come se ciò non bastasse, i circuiti non saranno affatto semplici e dovrete percorrere svariati giri prima di prenderci appieno la mano. I burroni e le trappole infami potrebbero essere celati ovunque, e anche la derapata e i salti dovranno essere gestiti con prudenza: le cadute nei precipizi sono sempre dietro l’angolo.

All’appello non potevano mancare i celebri gadget per far fuori gli avversari o tentare l’allungo decisivo: missili a ricerca, bombe, Sfere Warp e turbo saranno i vostri migliori (o peggiori) amici. Un ulteriore elemento di strategicità è costituito dal roster dei personaggi giocabili che, come ai vecchi tempi, presentano differenti caratteristiche: Crash e Cortex sono ben bilanciati, Dingodile e Tiny sono velocissimi ma poco manovrabili, mentre Polar e Pura sposano appieno il proverbio “chi va piano va sano e va lontano”.

In conclusione…

Crash Team Racing Nitro Fueled rappresenta una valida alternativa allo strapotere di Super Mario Kart 8. Adatto sia ai gamers più nostalgici sia a coloro che vogliono toccare con mano una pietra miliare dell’industria videoludica, CTR offre un’esperienza di gioco immediata, divertente e impegnativa al tempo stesso ad un costo decisamente abbordabile, nonché la possibilità di tornare, ancora una volta, a litigare con gli amici come ai vecchi tempi. Cosa non da poco, credetemi.

voto 8

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.