Nintendo

MotoGP 2019 – Recensione

Mai come quest’anno MotoGP rappresenta un passaggio chiave per la serie targata Milestone. Se il capitolo precedente, anche a causa del cambio di engine, presentava luci e ombre, MotoGP 19 vince e convince sotto diversi punti di vista. Dalle modalità classiche di gioco, alla innovativa A.N.N.A., il titolo ha diverse frecce nella propria faretra; quali? Andiamo a scoprirlo insieme!

Le modalità

Ancora una volta ci imbatteremo nelle modalità di gioco classiche del franchise: Time trial, Gara veloce e Campionato. Lo zoccolo duro del titolo resta comunque la modalità carriera, che a differenza dello scorso anno, darà la possibilità di scegliere in che classe esordire: Rookies Cup, Moto 3, Moto 2 oppure direttamente in MotoGP. La reale novità tuttavia consiste nella introduzione della MotoE, il che ci darà la possibilità di mettersi in sella a una sibilante moto elettrica.

Ad arricchire ulteriormente i contenuti ci pensano le sfide storiche che, come si evince dal nome, non sono altro che la ricostruzione di alcuni celebri scenari e duelli che infiammarono i cuori dei tifosi alcuni anni fa. Da Simoncelli a Biagi, da Rossi a McWilliams, potremo indossare i panni dei piloti che hanno fatto la storia delle corse su due ruote. A tal proposito va sottolineato il buon lavoro svolto da Milestone nel riprodurre la difficoltà di guida dei gloriosi bolidi del passato: l’assenza dell’elettronica si fa sentire e il comportamento delle vecchie 500 con motore a due tempi sarà ben diverso da quello delle moto recenti.

Compie un significativo passo in avanti il comparto multigiocatore, grazie ai nuovi server dedicati e alla modalità “direttore di gara” che consente di organizzare ogni gara in base alle nostre preferenze.

A.N.N.A.

Dopo le disastrose oscillazioni della difficoltà del capitolo precedente, dove vincere alla massima difficoltà era un’impresa tutto fuorché impossibile, era inevitabile aspettarsi un salto di qualità sotto questo punto di vista. Grazie all’aggiunta di A.N.N.A., acronimo di Artificial Neural Network Agent, gli avversari risultano più “umani” e adottano comportamenti simili a quelli di un pilota in carne ed ossa. A seconda delle condizioni meteo, della presenza di altri piloti e del contesto della gara, i nostri avversari saranno più agguerriti che mai e faranno di tutto per metterci i bastoni tra le ruote. Scordatevi di rilassarvi dopo aver sorpassato un avversario, perché questi farà di tutto per mettere il proprio scarico davanti a voi!

Ulteriore ritorno gradito è la possibilità di regolare l’intelligenza e la reattività degli avversari. A questo giro Milestone ha deciso di alzare l’asticella, ponendo la possibilità di regolare la difficoltà fino al 120%. Ora, inevitabile la domanda da un milione di dollari: quanto è difficile correre al 120%? Premetto che non mi considero un “pro”, ma vi garantisco che a difficoltà massima è impossibile vincere un gran premio con una scuderia minore, il che non fa altro che giovare al realismo del titolo. Realismo che, ahimè, viene meno in caso di “gite fuori porta” sullo sterrato: in questi casi uscire dal pantano risulta sin troppo facile e troppo poco punitivo.

Concludendo…

MotoGP 19 rappresenta un potenziale punto di svolta del franchise, gettando solide fondamenta per i futuri capitoli. A.N.N.A. rappresenta la vera e propria svolta della serie garantendo, assieme agli affinamenti grafici e tecnici, un’esperienza di gioco ancor più vicina alla realtà. Certo, persistono alcune sbavature, ma ci sentiamo di consigliare il titolo a ogni appassionato del mondo delle due ruote. Il futuro del franchise si prospetta roseo, e personalmente non vedo l’ora di toccare con mano i cambiamenti del brand. In poche parole, non posso che promuovere pienamente MotoGP con un buon…

8.5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.