Intervista

Enrico ZeroDX – Intervista

Presentati a chi non ti conosce (nome, età, lavoro, studi etc etc).

Superciao, ragazzi miei, sono Enrico ZeroDx, sono toscano e faccio video sia su youtube che per lavoro. Essendo un videomaker, mi occupo di riprese, montaggio video e cose affini, anche se il mio obiettivo è riuscire a campare solo facendo il content creator su piattaforme online.

Come è nato il tuo canale YouTube?

È una lunga storia. Il mio percorso su Youtube si perde nell’ormai lontano 2011, su un canale che attualmente si chiama “Enrico ZeroDx – Canale Creativo”. È un posto su cui per anni ho caricato sporadicamente corti, video creativi, animazioni, un po’ di tutto, senza costanza, senza mai riuscire ad avere una linea editoriale ragionata che mi permettesse di crescere nel tempo. Un mischione di tipologie diversissime di contenuti, che sebbene rappresentino i miei interessi e le mie passioni, non si è assolutamente sposato con le necessità funzionali di una piattaforma come Youtube, dove un canale per funzionare ha bisogno di coerenza, costanza e di un’identità più o meno precisa. Certo, non sono mancati i successi (alcune parodie fatte solo l’anno scorso hanno fatto milioni di visite), ma di base quel canale non ha mai realmente funzionato.

Mi ha però anche permesso di approfondire anche una mia passione parallela – quella per i videogiochi – attraverso gli ZeroPlay, un format molto seguito e richiesto dove analizzo il lato creativo dei miei videogiochi preferiti utilizzando un montaggio serrato e un linguaggio che ho fatto mio. Il loro successo mi ha fatto capire che potevo avere una mia voce in questo settore, spingendomi a spostare i video sui videogiochi su un nuovo canale, l’Ala Ovest, a cui ho abbinato anche gameplay. Stavolta una linea precisa c’era: parlare prevalentemente di videogiochi platform, partendo proprio da Crash Bandicoot, la serie che più di tutte amo e con cui sono cresciuto. Per ora sembra stia funzionando.


Perchè il nome
ZeroDx e l’Ala Ovest?

Questo canale, inizialmente secondario, era nato come ripostiglio dove riporre backstage e video di scarto, una soffitta. Il nome Ala Ovest viene dalla stessa Ala Ovest del castello del film La Bella e la Bestia, la zona proibita dove la Bestia riponeva tutte le sua cianfrusaglie e i resti del suo passato, ma anche la famosa Rosa incantata sotto una campana di vetro. Nella mia soffitta al posto della rosa incantata c’è un frutto Wumpa.

Com’è nata la passione per i videogiochi?

Ho iniziato a videogiocare da molto piccolo quando mio padre mi regalò un suo vecchio computer con MS DOS. Poi nel Natale 1998 ho avuto in regalo la PlayStation con Crash Bandicoot. Le conseguenze di quel gesto me le porto dietro ancora oggi.

Primo videogioco?

Il ricordo più antico di videogioco che ricordo è di un gioco di guida che girava su MS DOS di cui ho pure dimenticato il nome. Ma i primi giochi ufficiali (cioè comprati e non trovati su qualche floppy) che ho avuto furono appunto Crash Bandicoot e Heart of Darkness, entrambi per PS1.

Quanto hype hai per CTR remastered?

Tantissimo. CTR originale è in assoluto il gioco a cui ho giocato per più tempo nella mia vita. Lo gioco ancora spesso, non l’ho mai abbandonato e mi diverto sempre come 20 anni fa. Faccio parte di quelli che da anni sperano di poterlo giocare online… quando è stato annunciato mi sono letteralmente messo a urlare.

Quale personaggio pensi che userai di più?

Amo Crash, ma spero vivamente che venga aggiunto anche Koala Kong, uno dei miei cattivi preferiti della serie ma che purtroppo non è mai stato riproposto in altri giochi dopo il primo, a parte in Crash Bash. Se venisse inserito nel nuovo CTR mi sà che lo prenderei sempre.

Parlando sempre di Crash Bandicoot, qual è il tuo capitolo preferito per ps1 e ps2?

Su PS1 scelgo CTR, ma della trilogia originale il mio preferito è Crash 2. Su PS2 invece Crash Twinsanity, il meno peggio.

Molti considerano Crash of the titans e il dominio sui mutanti la rovina di Crash, tu cosa ne pensi?

Quando è uscito Crash of the Titans, Crash ormai era già bello che rovinato. Diciamo semmai che Titans gli ha dato il colpo di grazia. Se non altro, dopo Mutant, ci siamo evitati altri giochi mediocri per un bel po’. Il lato positivo di questi titoli è che sono serviti in qualche modo a far conoscere Crash a chi è nato nei primi anni 2000. Poi, grazie alla Nsane Trilogy, si sono potuti avvicinare alla trilogia classica anche loro.

Tra i primi 6 capitoli di Spyro, quali preferisci?

Spyro 2. Ma anche il 3.

Quale remastered hai atteso di più tra quella di Crash e Spyro?

Crash assolutamente.

Pensi che quella di Medievil sarà all’altezza di quella dei due signori di prima?

A vedere dai primi trailer rilasciati, l’idea è che sarà un remake più contenuto rispetto a Crash e Spyro. Probabilmente sarà bellissimo, ma l’impressione è che si tratti di un titolo più “indie”.

Sei d’accordo con il fatto di non avere un’edizione fisica del gioco di Sir. Daniel?

Medievil non è un gioco che ha avuto il successo di Crash o Spyro. Per quanto sia ormai iconico, stiamo parlando di una serie di due soli episodi che complessivamente hanno venduto molto meno delle altre mascotte Sony. Il remake ci sta, ma secondo me ci sta anche che si tratti di un gioco solo digitale. Mi sembra una situazione molto simile a Oddworld New n Tasty.

Secondo te vedremo un nuovo Jak & Daxter in futuro?

Temo proprio di no. Se non è tornato su PS4, penso che ormai non tornerà mai più. Peccato.

La tua top 5 videogiochi preferiti?

Jak and Daxter, CTR, Uncharted 2, Beyond Good and Evil, e in quinta posizione ne metterei tanti altri

La console che preferisci di più?

Sono un “Sonaro”, anche se non mi reputo assolutamente un fanboy. Ho vissuto sulla mia pelle ogni singola generazione di Playstation. Come dimenticare l’epoca PS2? Ma anche la PS4 è stata una signora console che ricorderemo a lungo.

Shadow of the colossus o Ico?

Shadow of the colossus! Ma anche The Last Guardian, mi è piaciuto davvero tantissimo.

Cosa pensi delle console war?

Non amo il calcio, perciò non capisco i motivi e i modi per cui qualcuno si consideri di una squadra piuttosto che un’altra. Allo stesso modo vedo le console war. Ci vuole spirito critico e analitico e bisogna guardare le cose per quello che sono. Difendere a spada tratta è stupido e basta, così come lo è il disprezzare e l’attaccare per partito preso. Io personalmente penso che ci siano mosse di marketing che funzionano ed altre che funzionano peggio, ci sono giochi che piacciono e giochi che hanno uno stile che non fa per noi. Per quanto mi riguarda, non mi è mai piaciuta Microsoft per le sue politiche di marketing, nonostante la Xbox 360 sia stata una successo, e mi sono sentito in imbarazzo per loro quando si sono dati quella gigantesca zappa sui piedi con Xbox One a inizio generazione; allo stesso modo Sony ha fatto dei grandi errori con PS3 che ha saputo correggere con PS4, così come reputo strane le mosse di Nintendo degli anni precedenti alla Switch, con cui invece si sta riprendendo tutta la mia fiducia.

Secondo te, la non presenza da parte di Sony e quindi della PS all’E3 di quest’anno è una mossa commerciale corretta?

A prima vista è un po’ da spacconi, ma d’altra parte siamo in un periodo di transizione tra l’attuale generazione e la prossima, e ormai i tempi tra l’annuncio di una piattaforma e il suo rilascio si sono accorciati. Non è più come succedeva 10 anni fa, quando una console veniva presentata all’e3 per poi uscire l’anno dopo, i ritmi sono molto meno rilassati. Coi mezzi di informazione di oggi è tutto più veloce e l’hype è ormai una carta importantissima da giocare velocemente. Quest’anno probabilmente l’annunceranno a fine anno per poi commercializzarla pochi mesi dopo. Sony, non partecipando, sta semplicemente aspettando la mossa di Microsoft, evitando sia il rischio di presentarsi all’E3 con una PS5 in anticipo, sia quello di presentarsi senza. In questo scenario, e visto il successo enorme di PS4, che ha messo Sony in una posizione di assoluto vantaggio, penso che sia stata la scelta più saggia di tutte. Il vero motivo della non partecipazione, alla fine, è sicuramente la scelta di non mostrare la nuova console unita a quella di non avere nuovi titoli pronti per essere presentati.

Cosa ti aspetti più di quello che già si sa sulla nuova PS5?

Oltre alla già annunciata sacrosanta retrocompatibilità – grazie a Dio – spero che porti qualche bella rivoluzione tecnica. Una di queste sembrerebbe essere rappresentata da queste SSD superveloci di cui si parla tanto, che potrebbero rivoluzionare il concetto di caricamento dei giochi.

Tastiera o Pad?

Pad assolutamente. Non mi piace giocare al pc.

Xbox pensa ad una nuova console, addirittura più potente di quella dell’attuale Xbox X, tu che ne pensi? Non sarebbe meglio concentrarsi sulle esclusive di qualità piuttosto che alla console?

I numeroni vendono, ma Zelda e lo Switch dimostrano che i titoli belli vendono di più. Sony con la PS4 ha sì marciato molto sulle prestazioni ma ha anche continuato ad investire molto sui titoli first party. Se Microsoft pensa di risollevarsi dal baratro solo coi numeri, probabilmente la prossima sarà la sua ultima console.

Multiplayer o singleplayer?

Single. Ma solo perché sono un appassionato di storie, e le storie si raccontano con la campagna principale. Il multiplayer è bello ma negli ultimi anni l’ho sfruttato davvero poco. Certo, appena uscirà CTR sarà tutta un’altra storia.

Adesso passiamo a un po’ di domande in ambito YT!

Cosa miglioreresti nei tuoi video?

Sarebbe un sogno avere una squadra, anche piccolissima, con cui fare video. Per ora sono sempre stato da solo e questo è un grandissimo limite. Anche solo trovare la motivazione per fare un video è dura. Per il momento faccio con quello che ho, sperando in futuro di potermi allargare e migliorare vari aspetti, primo tra tutti la costanza.

Cosa ne pensi di YouTube Italia?

Credo non sia mai esistita. Esistono youtuber italiani e youtuber non italiani. Semmai esistono community di giocatori, di amici, di fotografi, di vlogger, di videomaker, di persone che fanno gruppo tra di loro nel loro ambito, nelle loro affinità. Ma essere italiani non credo ci renda parte di una qualche community specifica.

3 Youtuber che stimi?

Wesa, Barbascura e Willwoosh, uno dei pochi “vecchi” di youtube che ha saputo reinventarsi. Ma ce ne sarebbero tanti altri che seguo, sia italiani che stranieri. Mi sembra di fargli un torto a non elencarli tutti… Tipo Fraffrog, Richard HTT, Dario Moccia, Sabaku, Yotobi, Quei due sul server.. ce ne sono davvero tanti.

3 Youtuber sopravvalutati?

Qui probabilmente vuoi farmi fare dei nemici.

Miglioreresti qualcosa della piattaforma?

E’ migliorata tantissimo nell’ultimo paio di anni. Penso farà altrettanto nei prossimi.

Quanto è importante la creatività in italia?

Quanto è importante la creatività nel mondo? Senza la creatività staremo ancora scrivendo sui sassi.

Ti piacerebbe lavorare più su YouTube o Twitch?

Youtube lo amo davvero, sia guardarlo che farlo. Mi appassiona veramente tanto. Sto scoprendo da pochissimo anche Twitch, che mi diverte molto e non pensavo. Sto ancora cercando di capire cosa può dare ma penso possa diventare una mia parte importante.

Cosa consiglieresti ad una persona che vuole iniziare con Youtube?

Non si consigliano certe cose, si fanno e basta. Potrei dire che la cosa più importante sia conoscere il mezzo, ma molti casi di successo che nascono per caso dimostrano che non è importante neanche quello. Non è importante la qualità, non è importante cosa si dice, conta quasi solo il come. La personalità è veramente l’unica discriminante nel web.

Passiamo ad un altro tipo di domande.

Fidanzato/sposato o single?

Ultimamente sono tristemente single.

Immaginiamo che ti sia concesso da un’entità superiore di avere un potere proveniente dai videogiochi, quale scegli e perché?

Fare quelle scivolate con salto che riesce a fare Crash sarebbe bellissimo!

Altre passioni?

Il cinema. Il mio sogno nel cassetto è quella di fare il regista.

Una frase che ti rappresenta?

Penso che siano gli altri a dovermi descrivere dall’esterno. Io so come sono, ma una conferma agli altri è sempre meglio chiederla.

Perché iscriversi al tuo canale?

Perché in Italia ci sono tanti canali che trattano i videogiochi troppo seriosamente. Io parlo soprattutto di giochi colorati, di avventure, di Crash e di platform, e mi piace farlo senza prendermi troppo sul serio. E poi gli ZeroPlay li devi vedere, dai.

Grazie.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.