PC

World War Z – Recensione

World War Z è un sparatutto in terza persona che offre azione a palate, vi ritroverete ad affrontare orde gigantesche di zombie nella campagna o altri giocatori nel classico multiplayer pvp. Come suggerisce il titolo, il gioco sviluppato da Saber Interactive, è basato sul film con protagonista Brad Pitt uscito nel 2013, anch’esso basato sul romanzo di Max Brooks, anche se, il team di sviluppo ha voluto concentrarsi più sull’azione, che sarà il punto forte di questo nuovo titolo a base di zombie, invece di puntare sulla narrazione.

World War Z soffre nella longevità, dato che per il momento offre 11 missioni, nel quale impiegherete circa 25 min per ogni missione (difficoltà facile), suddivise in quattro scenari diversi, gli stessi del film per intenderci. Visitetete scenari che comprendono: New York, Gerusalemme, Russia e Tokyo. Anche se il team di sviluppo ha già garantito pieno supporto al titolo, annunciando dei contenuti che andranno ad aumentare sia la durata che la varietà del titolo, comprese nuove missioni, nuovi mostri e un nuovo livello di difficoltà che incrementerà ancora di più la sfida.

World War Z_20190428124244

Il gameplay è ciò che convince di più, grazie alle molteplici similitudini con Left 4 Dead, riesce a rendere l’avventura davvero molto adrenalinica. Grazie ad una fase shooting davvero ben fatta e alle orde mosse dallo Swarm Engine che possono davvero mettere in difficoltà anche il giocatore più esperto. Ma il team di sviluppo, per ovviare alle troppe similitudini che ha in comune con Left 4 Dead, ha introdotto un sistema di personalizzazione e di abilità che rende il titolo davvero molto rigiocabile, differenziandolo in questo modo dal titolo di Valve. Infatti avremo a disposizione ben 6 classi: pistolero, devastatore, macellaio, medico, meccanico e sterminatore e con ogni classe avrete un diverso kit di armi di partenza, ma comunque, potrete utilizzare qualsiasi tipo di arma disponibile nel gioco, quindi senza nessuna restrizione.

World War Z_20190428125556

Le differenze effettive stanno nelle loro abilità specifiche. Ci sono ben 30 livelli per ogni classe, potrete migliorarle guadagnando punti esperienza nel gioco, spendendoli una volta completate le missioni. Inoltre, la personalizzazione delle armi rende il gioco molto più variegato rispetto a Left 4 Dead. Ci sono tante varianti di ogni arma, che potrete comprare sempre con i punti esperienza, e ogni variante modifica i valori dell’arma, dal danno inflitto alla precisione, fino alla quantità di munizioni disponibili e così via, e inoltre, un aspetto estetico sempre diverso. E se ciò non dovesse bastare, il gioco offre ben 16 personaggi, 4 per ogni ambientazione, davvero ben caratterizzati e ognuno con una propria storia tutta scoprire.

World War Z_20190427142113

La grafica risulta molto fluida, personalmente non ho mai notato cali di fps, ottime animazioni facciali e un colpo d’occhio in generale che non è affatto male. Ovviamente non possiamo paragonarlo a titoli come Days Gone, ma dato che World War Z è un gioco a basso budget, non ci si può assolutamente lamentare del lavoro svolto da Saber Interactive.

La storia, ahimè, è il punto debole. Nonostante assisterete a dialoghi durante le missioni, che però non spiccano mai di originalità, e potrete sbloccare le storie riguardanti il passato dei personaggi, questo solo dopo aver completato almeno una missione con il personaggio che ci interessa approfondire, il titolo non offre una trama di alto spessore, cosa che ci si aspetta da un titolo basato su un romanzo. Quindi in questo senso, World War Z si discosta di molto dal romanzo di Max Brooks e dalla pellicola. Per cui, in caso cercaste un titolo con una trama AAA alla Days Gone o The Last of Us, World War Z potrebbe risultare davvero molto deludente sotto questo punto di vista.

World War Z è un gioco che al momento ha piazzato 2 milioni di copie nel primo mese, lasciando sbalorditi gli sviluppatori stessi per il successo che sta riscontrando. Non è ne un gioco AAA, ne un pessimo gioco, ma semplicemente, un titolo che può divertire davvero per tante ore, soprattutto se giocato con gli amici. Quindi mi sento di consigliarlo ai giocatori che cercano un titolo cooperativo in cui massacrare orde infinite di zombie!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.