News

Oblivion Song vol. 2 – Recensione

9788869196157_0_0_801_75

Oblivion Song vol. 2 

Autore: Robert Kirkman, Lorenzo De Felici, Annalisa Leoni

Collana: Skybound

Dove acquistarlo: Saldapress

Dopo la misteriosa catastrofe che ha trasportato parte della popolazione di Philadelphia nella dimensione battezzata dagli scienziati col nome di Oblivion, Nathan Cole – uno scienziato e un eroe capace di fare la spola tra le due dimensioni – è sempre stato in prima linea nel recupero dei sopravvissuti. Ora, però, qualcuno ha scoperto che quel cataclisma potrebbe essere stato generato proprio da Nathan e dai suoi ex colleghi. Una scoperta che potrebbe significare il carcere per lo scienziato, ma anche un uso improprio dell’energia necessaria a raggiungere Oblivion da parte di chi vorrebbe causare il collasso del nostro mondo nell’altro.

 

Le vicende di Oblivion Song si infittiscono e si lanciano clamorosamente in un turbine di articolate situazioni che lasciano trasparire, come un vero caso internazionale, indignazione, angoscia e disgrazia.

Dove eravamo rimasti?

Nathan Cole, lo scienziato che partecipò in maniera attiva alla riuscita dell’oltrepassare il confine tra le dimensioni, si dedica quotidianamente alla ricerca delle persone scomparse in Oblivion. Dopo l’incidente, infatti, una parte di Philadelphia é sparita, con essa 300.000 persone. Ma le cose spesso possono essere travisate, e ciò che può sembrare solamente un atto di puro eroismo, nasconde dietro ben altro. Un senso di colpa ed un interesse prettamente personale.

Dopo essere stato trovato dal fratello e dopo aver convinto lo stesso (Ed) ad oltrepassare la dimensione, tornando così nel “di là” terrestre, veniamo a conoscenza della realtà dei fatti. Cole si è macchiato di una gravissima colpa tenuta nascosta a tutti per anni. I suoi tentativi di salvare le persone coinvolte nella trasposizione, sono state soltanto un modo per sanare il suo peccato!  Una colpa che porta con sé ormai da 10 lunghi anni.

Dopo tutto questo tempo mi chiedo sempre come possa, un uomo come Robert Kirkman, eccellere per originalità, facendolo in qualsiasi progetto lui venga impegnato. Sempre! Lo spunto narrativo, già dal primo volume, è davvero affascinante, sorprende e incuriosisce.

L’autore, abilmente, va oltre quello che può essere la falsariga di una qualsiasi storia dal forte impatto. Oblivion Song è una divinazione d’arte che inquieta positivamente. La pretesa e la riuscita della creazione di un mondo (l’ennesimo) da un potenziale infinito. Signori miei… Kirkman è stato a scuola da Spielberg. Kirkman è un fuoriclasse. Kirkman non è mai banale. La caratterizzazione che dà ai personaggi e al loro sviluppo di crescita all’interno della storia è un assoluto punto di forza in costante aumento, un confrontarsi con la globalizzazione, rapporti famigliari alla deriva. La logica del “cosa é giusto e cosa é sbagliato” resta alla base e viene evidenziata dando una grande impronta che si sente fortemente pagina dopo pagina.

I disegni di Lorenzo De Felici sono eccezionali. La dinamicità dei movimenti, l’espressività, le inquadrature, le pose e le ambientazioni sono dettagliate e sembrano prendere vita. Un disegno che segue il concetto stesso dello story telling che funziona e di questo possiamo solo esserne fieri. Per ultima, non per grado d’importanza, la colorazione di una delle coloriste più brave in Europa, Annalisa Leoni! L’affinità tra colore e tratto grafico è palpabile, speciale. Il tatto, la delicatezza, i contrasti dei colori scelti creano un concepimento unico.

In conclusione…

Tra presunti sforzi inutili, segreti celati e voglia di sistemare le cose, questo secondo volume di Oblivion Song, mette una nuova base che non solo continua ad essere semplicemente splendida, ma alza nuovamente il tiro confermandosi un’opera all’altezza di The Walking Dead e delle altre opere che hanno fatto conoscere Kirkman nel mondo nerd e oltre.

8.5

Annunci

Categorie:News, Recensione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.