223px-Promised_Neverland_Volume1

Scrittore: Kaiu Shirai

Disegnatore: Posuka Demizu

Dove acquistarlo: J-Pop

Genere: Shonen, Action, Sovrannaturale

“La nuova hit proveniente dalle pagine di Weekly Shonen Jump (Dragon Ball, One Piece). Emma, Norman e Ray vivono felici fin dalla nascita in un orfanotrofio circondato da un fitto bosco, accuditi da un’amorevole “mamma”. La loro illusione di normalità va in pezzi quando scoprono cosa succede davvero a chi lascia la casa per essere “adottato”, e cosa nasconde il muro che delimita il bosco: ai ragazzi non rimane che ingegnarsi per cercare la fuga. Inizia un letale gioco del gatto con il topo!”

Sotto la video-recensione del manga e dell’anime! 

The Promised Neverland è la storia di tre brillanti orfanelli di undici anni, che in poco tempo ha attirato l’attenzione degli appassionati dell’arte del Sol Levante, ma non solo. The Promised Neverland è diventato la hit virale sui social: nessuno può sfuggire dal suo richiamo.

Il manga ci fa entrare subito nell’orfanotrofio dove Emma, Norman e Ray trascorrono le loro giornate. Giocano ad acchiapparello, si occupano gli uni degli altri, svolgono difficili test giornalieri. Tutte le loro attività, però, sono strettamente sorvegliate dalla direttrice dell’orfanotrofio, una figura materna imposta che mai distoglie il suo occhio vigile e attento.

Ma, improvvisamente, questo stile di vita così semplice e regolare viene stravolto e per Emma e Norman tutto ciò che era una certezza si trasforma in un incubo da cui fuggire per evitare una tragica fine. Il perfetto mondo in cui erano cresciuti, pieno di coccole e amore, si rivela una bugia ben architettata. La realtà nella quale hanno vissuto fino a quel momento si sgretola: dietro la loro fidata mamma, infatti, si cela il loro peggior nemico.

t2

Inizia così un’appassionante fuga verso la libertà, contornata da numerosi momenti di suspence in cui i bambini escogitano piani geniali per ingannare la loro madre e raggiungere il loro obiettivo di salvezza.

L’energica e frizzante Emma dai rossi capelli, il geniale e docile Norman e l’ombroso Ray dovranno, insieme, impiegare tutte le loro incredibili capacità per salvare la loro famiglia da un terribile destino. Affronteranno con coraggio infinite avventure, combattendo anche contro creature misteriose e tenebrose e mettendo a repentaglio le loro stesse vite.

Lo stile del disegno, lineare e semplice, rispecchia perfettamente la vita di questi straordinari bambini e ci fa immergere nell’artificioso mondo progettato per accogliere gli orfanelli. Non mancano, però, situazioni in cui lo stile risulta ben dettagliato, che meglio descrive i momenti oscuri e pieni di pathos. Lo stile del manga, nel complesso, consente al lettore di tuffarsi in un’esperienza a tutto tondo, che nulla si lascia negare in questo misterioso mondo di bugie e tranelli.

t4

Kaiu Shirai, grazie ai numerosi imprevisti e momenti di contrasto, ci lascia senza fiato e ci invoglia a procedere nella storia senza staccare il naso dalla lettura. La trama, fin dalle prime pagine, si sviluppa in modo molto veloce e ci catapulta immediatamente e senza mezzi misure nell’inquietante realtà. Subito viene lasciato spazio all’avventura dei tre protagonisti, anche se, in un primo momento, rimangono ancora poco sviluppati.

L’autore decide di dedicare molto spazio per descrivere ed enfatizzare le capacità di deduzione dei personaggi di appena appena undici anni. Per questo motivo, rende delle volte difficile immedesimarsi in loro. Allo stesso tempo, però, riesce a conferire spessore e credibilità alla trama: sono queste, infatti, le caratteristiche che la rendono così originale. Originalità che, innegabilmente, rende questo manga il fenomeno del momento.

t3

Tuttavia, Shirai conferisce un grande spessore morale al desiderio di libertà, all’importanza di non arrendersi mai seppure gli ostacoli possano apparire insormontabili. Per questo, ha concepito un manga talmente coinvolgente che noi lettori non possiamo non affezionarci ai giovani protagonisti. Ci fa tifare per loro, ci fa sperare fino alla fine che la loro fuga abbia buon fine.

Concludiamo la nostra recensione affermando che il primo volume non può non lasciarci soddisfatti, sia per quanto concerne il contenuto che la forma. Il linguaggio è scorrevole e semplice; delle volte però, anche fin troppo semplice, che può a tratti non entusiasmarci particolarmente. Quest’ultima nota negativa è però ben bilanciata dalla trama, che risulta ben scritta, strutturata e sceneggiata.

Noi affezionati lettori speriamo che Kaiu Shirai continui su questa strada, regalandoci ulteriori emozioni.

voto 7

Recensione per Playgamesitalia.com a cura di: Daniela di Mattia 

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.