“La ragione non ha luogo contro la forza della passione.” (Francesco Petrarca)

Ciao Corrado. Grazie per aver accettato la nostra proposta d’intervista. Come sai, noi di Playgamesitalia siamo grandi estimatori del lavoro che svolgi. Senza trascendere in marchette varie e quindi parlandoti in maniera schietta ci sentiamo onorati di poterti intervistare. Iniziamo! 

In caso qualcuno ancora non sappia chi tu sia, raccontaci di te… (nome, età, che fai nella vita, aldilà di YT se hai un altro lavoro, scuola, etc).

Sono Corrado Cozza, ho 29 anni e sono laureato in Ingegneria Informatica. Al giorno d’oggi il mio canale YouTube rappresenta la mia attività principale.

Quando è nata l’idea di aprire il canale? E perché?

Ho un account youtube dal 2008, ma carico video in cui parlo di videogiochi da Febbraio 2012. Avevo scoperto un canale all’epoca, Geemba Network, che trattava l’argomento in modo molto professionale e ho deciso di provarci anche io.

d1

Dadobax, perché questo nome?

Dado viene da Corrado. Bax… non saprei, mi è sempre piaciuto come suonava insieme a Dado.

Creato il canale, quali erano le tue aspettative? Avresti mai pensato di riscontrare tutto questo successo?  

Stavo studiando ancora all’università, non avevo molte aspettative per quanto riguardava YouTube. Ho iniziato a puntarci sul serio da dopo la Laurea.

Ti sei ispirato a qualcuno?

Si, moltissimi, forse troppi per poterli elencare qui di seguito.

Ad oggi segui qualcuno in particolare?

Anche in questo caso sarebbero veramente tanti: utilizzo molto youtube, soprattutto per i videogiochi, sia canali italiani che stranieri.

d1

Chi secondo te vedi sul podio tra i tuoi colleghi youtuber?

Per quanto riguarda i video di approfondimento sui videogiochi, credo sicuramente Sabaku no Maiku, Raiden e Midna.

Cosa ne pensi di YouTube Italia?

Apprezzo molto youtube italia, sia come ambiente, sia come video prodotti. Anche il trash, non è quasi mai troppo trash (come accade invece in altri paesi). In linea di massima in Italia manteniamo sempre il buon gusto, anche nel cringe.

Si è discusso davvero tanto sulla legge del Copyright, tanto che l’Ue rispondendo alla campagna #saveyourinternet lanciata dalla piattaforma di Google dice: “Per YT non cambia niente”. Proviamo a fare chiarezza con il tuo aiuto…

E’ un argomento molto complesso: per far chiarezza servirebbero molte più righe di quelle che abbiamo ora a disposizione per un’intervista botta e risposta.

Miglioreresti qualcosa nella piattaforma YouTube?

Una funzionalità che credo sia sempre mancata su YouTube è la possibilità di far figurare un video nei feed di due canali youtube. Purtroppo l’autore del video risulta sempre e solo uno, anche se il video è realizzato in collaborazione tra due canali.

d1.png

Consiglieresti oggi come oggi, ad un ragazzo che vuole iniziare, l’esperienza che fornisce YouTube e quindi quella di diventare un youtuber?

L’esperienza che fornisce youtube è una cosa, il diventare youtuber è un’altra, ben diversa. Consiglierei la prima senza dubbio, ma per quanto riguarda la seconda è tutto un altro discorso. E’ un po’ come dire: consiglieresti ad un ragazzo di suonare la chitarra? Si, senza dubbio. Gli consiglieresti di diventare un chitarrista di mestiere? Be… dipende da quello che vuol far lui. Non saprei.

Dicci almeno tre videogiochi che ti hanno particolarmente colpito.

Più che altro è difficile dirtene solamente tre: mi hanno colpito veramente tanti tanti videogiochi. Così su due piedi i primi tre che mi vengono in mente sono senza dubbio Grim Fandango, The Last of Us e Braid.

Vogliamo essere un pochino cattivelli, quindi dicci almeno tre videogiochi che in qualche modo ti hanno deluso totalmente.

Be, sicuramente Daikatana, che è il gioco che in assoluto mi ha deluso di più. Poi aggiungerei Duke Nukem Forever, immondo per tutti gli anni di attesa. E, probabilmente, il reboot di SimCity del 2013, “solamente” discreto.

Senza girarci tanto attorno, ormai reperire un gioco prima della data ufficiale di rilascio è cosa semplice in quanto parecchi negozianti spaccano il day-one… aldilà del giusto o sbagliato di questa scelta da parte del negoziante, cosa ne pensi dell’embargo? 

Ogni azienda compie le sue scelte strategiche: non è mio compito giudicare. Io mi limito a vedere la realtà e cercare di comprenderla.

d1.png

Metacritic o Dadocritic?

Dadocritic, che domande :p

Playgamesitalia è stato uno dei primi siti a rilasciare la recensione su Anthem, questo dopo un attento full immersion che ha portato noi a descriverlo come “bello, ma (al momento) non balla. Inutile ribadire che sostanzialmente il gioco ha le basi per essere – in futuro prossimo – davvero un ottimo videogame, ma è pur vero che da Bioware e la stessa EA si ci aspettava qualcosa di più”. Da lì in poi, sono arrivate offese, minacce, insomma il solito accanimento da parte dei fanatici… Il quesito è molto semplice: chi o cosa è un fanboy?

Il fanboy è un giocatore che antepone il suo tifo personale rispetto alle sue capacità critiche. Non c’è nulla di male nell’esserlo: credo che basti ammetterlo.

Gli endgame sono ormai una delle esperienze videoludiche più chiacchierate del momento, tu cosa ne pensi?

L’endgame è la porzione del gioco MMO che viene dopo che la campagna è finita, per definizione. Rappresenta probabilmente la porzione più “grande” potenzialmente del gioco, e dunque è molto importante. Eppure personalmente reputo più importanti le ore della campagna, perché se esse non convincono, il giocatore non ci arriva all’endgame.

Nell’attuale generazione videoludica, incontrare prodotti (videogiochi) non finiti è diventata cosa abitudinale, da qui le svariate patch, dlc che regalano qualche ora in più di gioco. Voglio essere schietto, DLC: business, truffa o realtà che sostiene l’industria dei videogiochi? Tu cosa ne pensi?

Credo che questo sia un grande luogo comune. Le patch esistono perché – grazie al cielo – abbiamo internet e abbiamo la possibilità di avere queste correzioni. Un tempo, senza internet, il gioco arrivava buggato e amen. I DLC sono spesso piacevoli aggiunte a giochi che abbiamo apprezzato. E se non li abbiamo apprezzati… possiamo tranquillamente non comprare i DLC.

d1.png

Le console war risalgono ai tempi di Atari VS Intellivision, Amiga VS Atari ST ecc… fino alla generazione attuale, tu cosa ne pensi?

La Console War è la Nutella del mondo dei videogiochi. Cosa sarebbe il mondo senza di essa?

I videogiochi: addiction o apprendimento?

Dipende dal videogioco, chiaro.

“Dark Souls, Bloodborne ecc ecc… non fanno più giochi così belli.” Questo è quello che dicono in genere i vecchi appassionati gamer, sei d’accordo?

Se dicono così, direi che non sono così tanto “vecchi”.

Hai un boss preferito in particolare di Bloodborne o Dark Souls? Una lore di un personaggio o in generale preferita dell’universo “SoulsBorne”?

Non ho mai pensato a quale potesse essere il mio personaggio preferito dell’universo Soulsborne. Parlando di boss, invece, adoro il design del Drago Famelico. Non come bossfight, intendo proprio la creatura in sé.

d1.png

Dicci la citazione, frase, aforismo di un videogame che ti ha segnato particolarmente e che ricordi ancora con affetto.

“Ci hanno raccontato le fiabe al contrario. Il principe non la bacia per svegliarla. Chi dorme per centinaia di anni non può svegliarsi con un bacio. Il principe la baciò per svegliarsi LUI dal suo incubo.” Max Payne 2. Fantastico.

Console preferita?

Sono un giocatore PC da sempre.

PASSIAMO ADESSO ALLE DOMANDE GOSSIP, TRANQUILLO ABBIAMO UN PUDORE! 

Fidanzato, sposato, felicemente single?

In questo periodo sono single.

Altre passioni a parte quelle che tutti conosciamo?

Amo molto suonare.

Dicci almeno 3 tuoi difetti.

Sono testardo, ma in effetti è anche un pregio, sono troppo sincero, ed anche questo per certi versi è un pregio, e sono un idealista (che.. guarda un po’, è anche un mio pregio).

d1

Dicci – quelli che ritieni essere – 3 tuoi pregi…

Forse gli stessi di prima, ma visti in ottica diversa.

Cena a lume di candela con Hideo Kojima o Hidetaka Miyazaki? E perché?

Nessuno dei due, con tutto il rispetto. Potendo scegliere preferirei una terna composta da: Warren Spector, John Carmack e Shigeru Miyamoto.

Raccontaci la tua giornata tipo…

Risposta un po’ lunga e piena di variabili per poter stare in un’intervista di questa tipologia.

Perché iscriversi al tuo canale DadoBax – Feel the VideoGames?

Non c’è una vera motivazione: parlo di videogiochi in maniera calda ed appassionata. Se la cosa vi interessa… la porta è sempre aperta.

Vuoi salutare qualcuno?

Ciao mamma, sono in TV! ^_^

Grazie.

Grazie a voi!

Dove Trovare DadoBax? A seguire i Link:

Le chiacchiere stanno a zero

Iniziare un’intervista con una citazione di Petrarca è un po’ come tirarsi la zappa sui piedi. Si può pensare subito al noioso, interessante ma pesante, ma proviamo ad andare per gradi. Penso, che quando si ha la possibilità, in qualche modo sia importante per tutti, nel nostro piccolo, far qualcosa per restituire valore al merito e alla qualità individuale a persone che per anni ci accompagnano alla scoperta di quello che poi, in un modo o nell’altro, ci accomuna, ovvero la passione per i videogames. Questa intervista ha proprio questo secondo fine (benevolo): dare a Cesare ciò che è di Cesare. Confermare oggettivamente la squisita bravura di Corrado. Si! Ok, sarebbe anche troppo convenzionale dirlo cosi facilmente, ma di questi tempi e in un contesto sempre più ampio, non è più tanto “banale” fare presente l’innegabile. Per tanto la citazione del poeta. Si! Corrado, piaccia o non piaccia, mette sempre passione e forza nei suoi video, una passione e una forza che inevitabilmente da voce ad una delle motivazioni più importanti, la libertà di parola. Ci piace assaje!

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.