Serie Tv

Ricordi di una serie – Farscape

Farscape è una serie televisiva di fantascienza ideata da Rockne S. O’Bannon e prodotta in Australia dalla Jim Henson Company in collaborazione con il canale televisivo via cavo SciFi Channel. 

L’astronauta John Crichton dell’Agenzia Spaziale IASA effettua un volo spaziale di routine nel tentativo di dimostrare una teoria scientifica utilizzando l’atmosfera terrestre per lanciare il suo modulo spaziale, Farscape 1, ad una velocità elevatissima. Qualcosa tuttavia va storto e il suo modulo spaziale, colpito da un’improvvisa ondata di radiazioni, genera un tunnel spaziale in cui viene trascinato e trasportato in un punto lontanissimo e sconosciuto dell’universo, nel bel mezzo di una battaglia. Qui, dopo aver urtato accidentalmente un’altra navetta ed aver causato la morte del suo pilota, il protagonista viene salvato e portato a bordo di un’astronave vivente, il leviatano Moya, che trasporta un gruppo di prigionieri alieni in fuga dai Pacificatori, una razza xenofoba che ha istituito una dittatura militare in questa zona della galassia. Il pilota Pacificatore ucciso accidentalmente è però fratello del Capitano Bailar Crais, ufficiale incaricato di ricatturare i fuggitivi, che stravolto dall’ira per la morte del parente intraprende una crociata personale per ricatturare i fuggitivi e il presunto assassino John Crichton. Da qui iniziano le avventure di John Crichton che, solo in un luogo lontano anni luce dalla Terra, cercherà una via per sfuggire al suo inseguitore e per far ritorno tra gli umani.

Wallpaper-farscape-32194402-1280-720.jpg

La serie è godibilissima, politicamente scorretta, una ventata di aria fresca nel mondo dello SCI-Fi puro (astronavi, razze, pianeti), si mette in secondo piano la computer grafica a favore dei calchi, gesso e gommapiuma. L’ironia è dilagante in ogni episodio. La trama regge benissimo (qualche buco qui e li). Personaggi caratterizzati in modo eccellente. Insomma una serie per gli appassionati di SCI-FI da non perdere che potrà far storcere il naso ad alcuni puristi della fantascienza. Due nei… e tutti nella miniserie che va a concludere le avventure dei nostri eroi.

  1. E’ stata usata molta più computer grafica distorcendo alcuni personaggi che fino a quel momento erano interpretati da pupazzi meccanici..
  2. Questo è un problema solo italiano, nella miniserie cambiano i doppiatori nel classico modo a casaccio tanto che si ritrova la voce di un personaggio della serie in bocca ad un altro personaggio nella miniserie, e vabbè.

Infine il consiglio che do è quello di seguire almeno 5 o 6 episodi di seguito in serie prima di potersi fare una vera opinione, poi potrà anche non piacere..ma se lo vedete uno qui uno li non si riesce ad apprezzare essendo molto sequenziale.

7.5

Annunci

Categorie:Serie Tv

Con tag:,,

2 risposte »

  1. Non l’ho vista mai tutta tutta perché ai tempi se perdevi un episodio non c’era lo streaming, ne esisteva Netflix. Ma sai, credo che la recuperererò, io la adoravo! Come tutte le serie di fantascienza 😉

    Mi piace

Rispondi a Paolo M. Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.