Approfittando della possibilità di scrivere e parlare in piena libertà vorrei iniziare questo nuovo progetto. Lo scopo è quello di portare in auge, provandoci almeno, alcune serie TV ormai dimenticate. Il progetto in questione si chiamerà “Ricordi di una serie”. Avete presente quelle serie fantascientifiche degli anni 60′, 70′ dove si vede il filo sull’astronave che ciondola nello (sfondo) spazio? Ecco! In questo progetto parlerò proprio di quelle. Ovviamente non saranno delle vere e proprie recensioni, ma semplicemente un riportare alla luce alcune realtà, ahimè, dimenticate. Realtà a cui, oggi, molte serie TV devono dire grazie. Ma bando alle ciance, iniziamo.

Il Prigioniero – The Prisoner

Serie TV – 1967

il-prigioniero.jpg

Il personaggio principale è un ex-agente segreto del governo britannico, che immediatamente dopo le sue dimissioni viene imprigionato in un piccolo villaggio situato in una località sconosciuta, dove lo scopo di questa prigionia sta nell’estorcere il segreto della sua scelta. Privato di tutti i diritti, il protagonista verrà chiamato semplicemente Numero 6, nome con il quale sarà conosciuto dai telespettatori per tutta la serie visto che quello vero, di nome, non verrà mai rivelato. Con spietati e ingegnosi tentativi queste figure proveranno a piegare la volta di N6, fino a quando, l’ormai senza nome, proverà la fuga…Numero 6 proverà a sua volta a svelare i misteri di questa agenzia segreta smascherando alcuni suoi membri importanti. Avventuroso, particolare e nonostante una trama in apparenza semplice, non è mai piatto.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=53&v=uyOR6KZ3cfA

Il prigioniero è una serie televisiva inglese del 1967 di stampo fantascientifico o come si usava dire allora fantapolitico. Il personaggio principale era interpretato da Patrick McGoohan. La particolarità della serie, escludendo per un’attimo la trama di cui abbiamo già parlato sopra, sta nel fatto che lo stesso McGoohan fu il creatore, scrittore e regista della stessa (usando spesso uno pseudonimo) assieme ad un suo collega, George Markstein.

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

2 Comments

  1. Hai iniziato proprio con una serie piuttosto antica! 😀 Ho fatto fatica a ricordarmela, ma sai, pure io l’ho vista da bambina credo… E’ stata sicuramente una serie “madre” o “padre” comunque pilastro per gli anni a venire, non solo per le serialità ma anche per il cinema. De pensiamo anche pià banalmente a Matrix. Grazie Paolo per aver ricordato questa piccola perla 😉

    Mi piace

    Rispondi

    1. Una delle tante che verranno. Grazie a te!!!

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.