page_1_thumb_large.jpg

Un misterioso fienile nero appare e scompare in diversi punti della storia. Ogni volta che si manifesta, qualcosa di orribile accade. Un sacerdote che sta ritrovando se stesso dopo aver smarrito la via e un giovane ossessionato da terrificanti visioni, in luoghi diversi, cercano risposte. Sono loro ad aver capito che il fienile esiste, o è il fienile che li ha cercati, e perché? Jeff Lemire e Andrea Sorrentino costruiscono una storia magistrale, scandita con una tempistica narrativa prodigiosa e inquietante, che vi farà morire dalla voglia del prossimo volume. Un debutto davvero imperdibile e di altissimo livello.

La Bao Publishing porta in Italia i primi sei capitoli di una serie americana firmata dal canadese Jeff Lemire (Descender, Royal City, Black Hammer) e dall’italiano Andrea Sorrentino (Old Man Logan, Secret Empire). Gideon Falls è un paese che nasconde un male profondo, figlio di una storia sospesa tra il sacro e l’occulto, rappresentata non da un volto, bensì da un edificio. Il fienile nero.

Ma veniamo al racconto. Le vicende parallele di due individui. Norton è un uomo problematico, malato, ossessionato dall’immondizia ed impegnato in una continua ricerca. La dottoressa Wu si prende cura di lui. Wilfred è un prete, appena arrivato nella sua nuova parrocchia e reduce da un sacerdozio non proprio esemplare.

La visione che accomuna tutti questi personaggi sarà il nemico comune, astratto nella sua forma intangibile, reale nel portare dolore e morte.

Lemire mostra a tutti la sua bravura nel costruire un grande horror, ricamando un tessuto narrativo lento ma efficace, regalando inquadrature di grande impatto, geometricamente originali e davvero molto belle da vedere. Le matite e lo stile di Sorrentino enfatizzano ancora di più l’atmosfera, dandole un tono dark e riuscendo a trasmettere un’inquietudine diffusa. Nota di merito anche per i colori di Dave Stewart, soprattutto per il sesto numero della serie.

Senza dubbio abbiamo di fronte uno dei migliori fumetti horror degli ultimi anni, sceneggiato in maniera magistrale, bello da leggere anche solo per ammirane i disegni. Aspettiamo con ansia i prossimi sei episodi che troveranno posto nel secondo cartonato.

Concludiamo con tre affermazioni. Fumetto eccellente, altamente raccomandato, complimenti. Alla prossima, ci si rivede a Gideon Falls.

voto 9

Recensione per Playgamesitalia.com di: Simone “Controluce” Serafini

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.