V1.png

Il nuovo, straordinario corso di avventure del V-Man comincia qui! Donny Cates e Ryan Stegman vi aspettano per la più bella storia di Venom di sempre! Il segreto più sconvolgente del simbionte viene infine alla luce! Speciale con 56 pagine che stravolgeranno il modo in cui leggete Venom!

Trentanni fa, Venom, ha fatto il suo debutto nello spillato di Amazing Spider-Man #300. Adesso, dopo tanti picchi positivi e negativi del personaggio, ritorna  in grande stile. Con l’anniversario in casa Marvel, quale miglior modo – Venom – poteva essere ulteriormente rilanciato dando il via a una “nuova” serie?

Inizialmente, questa nuova serie, non parte alla grande rispetto al numero precedente. Eddie ormai crollanto nella povertà assoluta sta lottando per mantenere il controllo del suo – “socio” – simbionte sempre più instabile e difficile da controllare. Fortunatamente Cates e Stegman, subito dopo qualche pagina, inizino a far luce sui loro piani (ambiziosi) e su che strada vogliono portare Venom. Con questo numero #1 ci riportano lontano nel tempo ricordandoci i rilanci Marvel con Matt Fraction, Ed Brubaker e Immortal Iron Fist di David Aja o Jason Aaron. Ho notato anche un pizzico dell’era di Flash Thompson in termini di enfasi e sul tema trattato delle cospirazioni militari. Questo mood evidentemente serve nel tentativo di stabilire un più ampio senso di eredità – che con rispetto – continuano a portare avanti.  Ovviamente questa è un’aggiunta molto gradita.

Venom # 1 fa esattamente ciò che un primo drastico problema, paratosi davanti, deve fare. Stabilisce il personaggio e le sue linee principali che porteranno il V-Man verso una black- story molto interessante. Con anta carne al fuoco ci viene fornito, a noi lettori, un forte gancio narrativo eccitante e visivamente dinamico e quindi ricco d’azione.

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.