DrS1.pngL’hype per tutti i fan dell’universo della Marvel Comics si fa sentire con Doctor Strange. Mark Waid e Jesus Saiz portando il personaggio nello spazio profondo. Ricco di mistero e avventura, questo primo numero ci riserverà delle sorprese che molti faticheranno a credere. Molto simile a l’immortale Hulk  e  Venom, anche questo spillatino si focalizza sul personaggio e per questo, coloro che si sono stancati degli eventi Marvel, potranno sentirsi molto contenti. Mark Waid ha svolto un lavoro eccellente con quasi tutti i personaggi che ha interpretato nell’ultimo decennio. Stiamo parlando di Daredevil , Black Widow e del recente capitan America . La capacità di sondare il personaggio e far emergere la natura eroica del soggetto è una delle qualità che adoro in Waid. Ma qui avviene il contrario. In questo numero #1 la collaborazione con Saiz, che offre un’arte fotorealistica, creerà un mix perfetto. L’obbiettivo, oltre a raggiungimento dell’evidenziare l’umanità stessa del personaggio, sarà anche quella di mettere su un buon abbinamento miscelando avventura e narrazione.
Un nuovo inizio, esclusivo per le fumetterie! Nuovo formato! Nuovo team creativo! Nuovi obiettivi e la Galassia come nuovo campo d’azione: il Dr. Strange non sarà più quello che conoscevate! Prende il via la nuova serie di Strange, a soli cinque mesi dall’uscita negli Stati Uniti! Ospite d’onore: Iron Man! Edizione Variant con cover dipinta da Gabriele Dell’Otto!Sin dal principio, Waid e Saiz vi attireranno in brevi sequenze d’azione. E con grande classe riescono a mostrare quanto Doctor Strange  rimane uno degli eroi più cool di tutto il panorama supereroistico. Una storia che racconta la profondità d’animo che in certi versi spiazza totalmente  il lettore. La verità – aggirando cosi eventuali e importanti spoiler – è che questa storia ha delle forti similitudini a ciò che Jason Aaron fece nel periodo in cui la padronanza della magia di Doctor Strange fu ridotta drasticamente. Waid efficacemente mette Strange in una missione che porterà il nostro Dottore a cercare la magia nell’universo.

Saiz fa un lavoro straordinario con i suoi disegni che sono resi ancora più impressionanti da i colori e dalla narrazione di Waid. Ci sono pagine piene del monologhi interiore di Strange creando, in maniera suggestivamente umana, pannelli dal significato profondo è umano. Insomma roba forte.

Tutte le didascalie che ho menzionato sopra, rendono un ritmo intenso e “magico”. Sicuramente per i più pigri, Saiz può sembrare noioso, ma credetemi…merita! Lo scopo è quello di farci entrare nella testa del dottor Strange e ci riesce perfettamente. Infine, Waid, poeticamente, ci racconta la lotta introspettiva di un Strange umano in tutto e per tutto. Questo meccanismo mette in moto una storia basata sul personaggio che merita di essere evidenziato e svecchiato.

voto 9

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.