La sostituzione di un’espressione propria, in genere, è accompagnata da un’attenuata alternativa già familiare e riproposta. Questo è Battlefield V: gruppi di soldati spingono verso il raggiungimento di alcuni obbiettivi con tattica, improvvisazione e tantissima forza di fuoco. Grazie ad uno straordinario lavoro grafico, vi ritroverete in decine di paesaggi bellissimi e magistralmente realizzati ma brutalmente sconvolti dalla guerra.

Senza arzigogolare in ulteriori eufemismi, Battlefiled V riparte da dove si era fermato il franchise, esplorando – in maniera dettagliata – il territorio europeo e la seconda guerra mondiale. Con un multiplayer enorme, Battlefiled V, come già detto, non si discosta granché dal suo predecessore e questo, in certi sensi, vi accompagna verso un’esperienza sicuramente corrispondente al godimento di una situazione comoda e in certi sensi vantaggiosa, facendovi sentire a proprio agio. Una delle differenze che si avverte maggiormente è quella delle armi. Infatti esse saranno ben distinte tra di loro non solo visivamente ma soprattutto come impatto fuoco e come suono.

3463432-battlefield+v+screenshot+2018.11.12+-+14.17.01.85

Anche le truppe da terra, già micidiali nel primo Battlefiled, sono state leggermente ritoccate grazie ad un nuovo modello balistico, il che si traduce in  tempi di uccisioni ridotti. L’avanzamento in un terreno disastrato dalle esplosioni sarà ancora più pericoloso e vi farà sentire realmente lì a strisciare nel campo di battaglia. Altra piccola e interessante novità risiede nelle rianimazioni: indipendentemente dalla classe che sceglierete, tutti potranno rianimare un compagno ferito. Ovviamente la differenza tra una qualsiasi classe e quella del “medico” sarà nei secondi – preziosi – della guarigione: da qualche secondo, all’immediato.

Un’altra nuova meccanica introdotta in Battlefield V è quella delle fortificazioni. Essa consiste nel costruire strutture come muri fatti da sacchi di sabbia oppure un perimetro, di filo spinato. Se pensate che ci siano delle risorse speciali per potervi costruire un riparo, siete fuori strada. Infatti esso, come la questione della rianimazione, sarà disponibile per tutti. Nello stesso modo la classe di appartenenza che padroneggia il supporto, sarà molto più veloce nella costruzione.

3463428-battlefield+v+screenshot+2018.11.13+-+17.40.49.90

Battlefield V si distingue rispetto al suo predecessore grazie anche alle sue modalità. La più soddisfacente vi regalerà una serie di tre round consecutivi che si intrecceranno a brevi frammenti narrativi ispirati, ovviamente, agli eventi della Seconda Guerra Mondiale. La veste narrativa, che rispetto al suo predecessore è veramente ben realizzata, vi regalerà fiumi e fiumi di adrenalina. La vera ragione per cui questa modalità funziona in maniera eccelsa risiede nella sua costanza, in quanto riesce a mantenere la stessa dinamicità e attenzione da un round all’altro non rendendolo mai, nonostante in genere si tratti di lunghe partite, noioso.

La meccanica costruita attorno a Battlefield V, insieme alla dinamica e alle bellissime mappe, rende il gioco in sé un brivido assoluto piacere e un’esperienza di gioco fantastica. Una caratteristica che viene accentuata è quella degli scontri iper realistici a fuoco, che conquisteranno sicuramente la vostra attenzione.

Indipendentemente dalla classe che sceglierete, potrete guadagnare XP. In base al vostro livello e all’esperienza guadagnata entrerete di diritto in una classifica generale ben congegnata e suddivisa in ranghi, classi e grado individuale delle armi o mezzi che userete. Per quanto riguarda la crescita e lo sblocco di alcuni collezionabili, ahimè, Battlefield V viene un po’ meno, infatti, ci sarà veramente poco da sbloccare. Quindi il consiglio che vi do è quello di livellare le varie competenze a seconda del vostro stile di gioco. Per esempio, potrete scegliere di migliorare l’accuratezza dello sparo se utilizzate spesso lo sniper, oppure potrete aumentare la velocità della ricarica delle armi da fuoco di grosse dimensioni oppure avere meno rinculo se amate usare armi di una certa potenza. Questo sistema, prendendoci la mano, sarà abbastanza ragionevole ma soprattutto funzionale ai fini del gioco stesso.

3463417-battlefield+v+screenshot+2018.11.11+-+16.41.39.06.jpg

Battlefield V non è solo multiplayer. La War Stories ritorna come componente single-player in grande stile, che tenta – riuscendoci al 100% – di portare al videogiocatore un conflitto brutale con toni più seri. La ciliegina sulla torta è il fatto di mettere in evidenza alcune parti meno conosciute della Seconda Guerra Mondiale, come la resistenza norvegese, dove molti senegalesi combatterono assieme all’esercito francese in mezzo alla discriminazione razziale. Vi assicuro che troverete tanta altra carne al fuoco che non vi spoilero per non togliervi il piacere della scoperta. Altra piacevole notizia è che Battlefield V darà ulteriori caratteristiche da implementare al servizio online in maniera totalmente gratuita senza ulteriori costi aggiuntivi.

È giusto sottolineare che in Battlefield V – purtroppo – ho riscontrato alcuni bug, che sicuramente verranno corretti con qualche aggiornamento. Credetemi, nulla di preoccupante e tranquillamente perdonabile.

In conclusione, Battlefield V è un mix di elementi perfettamente aggregati, che risulta piacevole in qualsiasi modalità vogliate giocare. Uno spettacolo che promuove alcuni momenti di storia che non va in nessun modo dimenticata. Assolutamente consigliato, sia ai fan del franchise, sia a chi vorrebbe approcciarsi a un buon sparatutto.

8.5

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

One Comment

  1. […] Avete già letto la nostra recensione? Potete farlo QUI! […]

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.