Fumetti

Damian il figlio di Batman: Recensione (Attenzione Spoiler)

Damian il figlio di Batman

DC comics di Andy Kubert (Autore) Editore Lion

In un futuro alternativo in cui il giovane eroe non è morto ed ha sostituito il Cavaliere Oscuro nella sua missione.. Scoprite cosa sarebbe potuto accadere!

La trama è relativamente semplice, in un futuro prossimo (10 anni circa) Batman e Robin stanno indagando su una strage al porto, ma subito dopo aver scoperto che la strage è stata adempita dal Joker, Batman viene ucciso da una bomba, Damian scoppia in lacrime! al funerale sono presenti solo Damian, Tim Drake, Barbara Gordon, Alfred e Jim Gordon. Damian colto dalla disperazione e dal senso di colpa, si reca da sua madre e da suo nonno, Talia e Ras ‘Al Gul, i due rifiutano di aiutarlo, ma Ras gli ricorda che nonostante Damian abbia perso il retaggio degli assassini, ha acquisito quello di Batman. Damian non lo prende sul serio. Grazie al Bat-Computer scopre che molti criminali si vantano per la morte del suo mentore, decide di fermare quelle voci uccidendo tutti i criminali, ma dopo aver ucciso quasi tutti, e aver litigato con Alfred, qualcuno lo ferma, ed è Bruce Wayne. Dopo una discussione, dove Damian accusa Bruce di essere il vero responsabile della morte di Dick Grayson, i due iniziano a lottare, la lotta ha il suo apice quando Damian riesce ad accoltellare suo padre. Arriva Alfred, che caccia Damian e opera Bruce. Damian allora decide che l’unico protettore di Gotham deve essere Batman, così, dopo aver messo un costume di Batman fatto da lui inizia la sua crociata, ma viene subito ridotto in fin di vita da Pyg (quello di Beware the Batman) e dai suoi uomini.

anteprima_damian_figlio_di_batman_interni_02-677x1024.jpg

Alfred trova il corpo di Damian, e riesce a salvarlo, ma dopo l’operazione muore di attacco cardiaco, prima di morire guarda fisso il gatto. Il gatto sale sopra Damian e lo sveglia dicendogli che c’è ancora del lavoro da fare e che per fortuna non riporterà gravi contusioni. Nel frattempo Joker travestito da infermiera porta via Bruce. Damian, decide di ripartire e dopo aver ucciso Pyg & Company, scopre del rapimento. Si reca sul posto, e decide di non uccidere, ma mentre picchia gli uomini del Joker pensa, e cito testualmente: “Quel morso (Era stato morso da uno degli “uomini” del Joker) Aveva ridestato i Miei istinti… L’adrenalina… Il cuore che pulsava… Avevo bisogno di… UCCIDERE!” Detto ciò inizia a uccidere tutti con fare psicotico. Joker sta puntando una pistola-mitragliatrice in testa a Bruce, e spiga a Batman(Damian) che il Joker è in pensione, e che lui è il suo sostituto. Damian picchia a sangue Joker e riporta a casa Bruce, chiedendogli scusa, e iniziando a comportarsi con Alfred proprio come Bruce. Intanto al porto il falso Joker alza un braccio e sussurra: “non… sono… morto…”. Detto ciò si becca una pallottola in testa da un Joker più sorridente e più bianco-verde-viola!

Ho escluso che in tre diversi punti Damian, va in chiesa per confessarsi, con un prete che sembra conoscerlo, durante l’ultimo colloquio il prete nomina Joker e Damian stupito entra nell’ala “privata” del confessionale ove no c’è nessuno. Questo è il primo segno di pazzia, il secondo, è che in un dialogo tra Damian Alfred-gatto, Damian gli chiede, se solo lui poteva sentirlo, Alfred risponde che non lo sa, dato che si rivolge solo a lui.
Personalmente a me piaciuta molto, anche analizzando la trama vediamo qualche banalità, il fumetto in se scorre abbastanza bene. Atra cosa sulla quale mi vorrei soffermare è il Joker, la trama fa riferimento, sia alla morte di Robin su Batman Incorporated, sia a “Morte della Famiglia” quindi, Joker dovrebbe aver la faccia staccata, bè il Joker che vediamo in tutta la storia ha la carnagione giallastra, i capelli spettinati color verde-sporco e un vestito elegante ma lercio… Oltre a i denti da squalo(letteralmente, ha solo canini, 32 canini), nel finale vediamo il vero Joker, vestito di Viola, sorridente con dentatura… Normale, (per quanto sia normale) carnagione bianchissima e capelli verdissimi pieni di gel. Quindi se si considerano sia Morte dalla Famiglia sia Requiem sia Robin Rises, perché il Joker è ancora diverso?

Infine, trama interessante, a tratti banale, ma interessante. I personaggi, Ras e Talia sfruttati male, Damian bene, il prete non ci ho capito nulla, e ciò mi piace, magari far vedere le reazioni di Tim e Barbara alla morte di Dick sarebbe stato carino, quindi… Complessivamente per me merita, nonostante sia stato molto criticano all’epoca proprio perchè “i disegnatori vogliono fare gli scrittori”, ma Kubert ha creato Damian Wayne, ha co-scritto Batman & Figlio e anche Batman #666(entrambi con Morrison) quindi, il suo primo lavoro da solo non poteva essere altro che incentrato sul figlio dl Cavaliere Oscuro.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.