PlayStation

Red Dead Redemption 2 – Recensione

La gente non dimentica. Nulla viene perdonato. (John Marston)

Ormai, in più di 20 anni di passione videoludica, ci si abitua a vedere nascere giochi dalle grandi aspettative. Uno di quei giochi dove l’hype spinge tanto dentro ognuno di noi a livelli mai visti, che diventa roba da: “lo voglio subito, non posso aspettare”. Purtroppo il risarcimento che premurosamente ne ricaviamo, a volte, non è la conseguenza fedele di quello che ci aspettavamo. Citando Goethe: “Un arcobaleno che dura un quarto d’ora non lo si guarda più.” Questo non è il caso di Red Dead Redemption 2.

All’inizio del gioco, la banda di Van der Linde è già al tramonto – cosa di cui prendiamo atto già dal gioco precedente – dopo una rapina andata male a Blackwater. In un’America selvaggia e in un Farwest barbaro, bisognerà farsi spazio tra rapine e sparatorie all’ultimo sangue per sopravvivere. Arthur Morgan assieme alla banda – o almeno quello che ne resta – di Van der Linde si ritroveranno in fuga, con gli agenti federali e cacciatori di taglie alle calcagna. Una combinazione perfetta tra azione, narrazione e scelte morali che porteranno ogni giocatore ad amare lo splendido lavoro fatto da Rockstar.

Red Dead Redemption 2 è un gioco in cui vi ritroverete a prendere delle decisioni, scelte che daranno forma al vostro personaggio e al mondo che vi circonda. Scelte che costituiscono gran parte del sistema morale in cui guadagnerete o perderete onore in base alle vostre azioni. Non vi nego che il modo più veloce per guadagnare è quello di fare cose “cattive” come intimidire qualcuno o uccidere. È giusto sottolineare che commettere un crimine e passarla liscia, non sarà cosa facile. Infatti passare inosservati sarà altamente difficile anche nei posti più desolati. In ogni caso, più onore, più gloria, uguale sconti nei negozi e altri vantaggi di cui beneficerete.

3455112-27_rdr2_ps4pro_savingtrewlany_chasingoutlaws_exploringrhodes.mov.00_14_33_41.still001

La storia è veramente avvincente e si combina perfettamente con l’ambiente circostante, rendendo il tutto magistralmente perfetto. A questo si aggiungono una vasta serie di missioni che vi verranno presentate in svariati modi, quest, sub quest o alternative varie in cui potrete passare veramente tanto tempo, tra cui: la caccia, la pesca, l’allevamento dei cavalli e le rapine. Oltre ai vari meccanismi delle attività che vi coinvolgeranno – alcune forzatamente – in Red Dead Redemption 2, vi verranno presentati anche alcuni elementi indispensabili ai fini del realismo con il quale dovrete confrontarvi, tra cui il dovervi procacciare il cibo. Dovrete mangiare per far salire la vostra salute, la resistenza e le varie abilità che si andranno ad esaurirsi nel tempo. Se esagererete nel mangiare troppo o troppo poco, questo porterà ad alcuni cambiamenti di peso che consecutivamente andranno ad alterare le vostre statistiche. Tra l’altro correrete il rischio di non riuscire più ad estrarre il vostro personaggio da quella gamma di sottopeso/sovrappeso. Non sarete costretti a dormire, se è questo quello che state pensando, ma potrete passare del tempo a riposare per ricaricarvi. Vi ritroverete a dover scegliere l’abito giusto per sopravvivere a temperature climatiche spesso estreme che passano dal caldo desertico al freddo artico.

La scelta di limitare il viaggio veloce è il lato migliore di Red Dead Redemption 2. All’inizio, soprattutto, non ci sarà nessun viaggio veloce, quindi dovrete fare affidamento solo ed esclusivamente al vostro fidato cavallo. La cosa che mi sento di dire, è che non vi annoierete affatto a viaggiare poiché non c’è carenza di cose da fare e da vedere lungo il tragitto. Gli incontri casuali costituiranno uno dei capi saldi del gioco e sono abbondanti e spesso interessanti; potrete trovare uno straniero che ha bisogno di un passaggio in città o una vittima di un morso di serpente che ha bisogno di qualcuno per succhiare via il veleno ecc ecc. Potrete inoltre imbattervi in una scena di omicidio e consecutivamente vi ritroverete a prendere una scelta morale per cui dovrete decidere se intervenire o continuare a cavalcare facendo finta di nulla. Potrete decidere se derubare o uccidere correndo il rischio di trovarvi inaspettatamente davanti a qualcuno che potrebbe fare lo stesso con voi. Insomma anche il viaggio più lungo non è mai sprecato.

Il mondo di Red Dead Redemption 2 è vasto e si estende dalle montagne innevate passando per le Grandi Pianure fino ad arrivare oltre New Austin (che già conosciamo dai tempi del primo RdR). Verso est, troveremo il profondo sud western, ispirato alla Louisiana, con tutte le ripercussioni dovute alla guerra civile. La varietà del mondo che cambia in un viaggio tra una regione e l’altra si fa sentire e ci regala un mondo ricco e iper realistico.

3455121-37_rdr2_ps4pro_findingsnakebiteguy_stealinghorses.mov.00_00_06_43.still001.jpg

La struttura delle missioni della storia principale, nonostante alla lunga inizino a diventare prevedibili, non è per niente noiosa. Vedrete molte similitudini tra una missione all’altra, che inevitabilmente – dopo un bel po’ di ore – farà emergere una sorta di schema che vi porterà più o meno a fare le stesse cose. Come ho già detto, questo paradossalmente non diventa un punto a sfavore di Red Dead Redemption 2, perché il gioco riuscirà senza ombra di dubbio a coinvolgervi ed a trascinarvi dentro, riuscendo in qualche modo a trasformare ciò che può sembrare negativo in positivo e al servizio della narrazione.

Se avete giocato a Red Dead Redemption, saprete chi sopravviverà e di conseguenza chi non ce la farà ad arrivare alla fine del gioco. Ma potrete comunque godervi la storia grazie al fatto che alcuni dei migliori momenti di Red Dead Redemption 2 non hanno quasi nessuna relazione con il suo predecessore.

La meccanica di gioco è abbastanza innovativa e alla portata di tutti. Si presta con piacere al videogiocatore. Infatti, la cosa che ci ha colpito maggiormente è la facilità dei comandi con la quale il nostro personaggio interagisce con tutto il mondo circostante. Una lode speciale va allo shotting, fatto ad opera d’arte. Un sistema di puntamento intramontabile che tiene testa a qualsiasi sparatutto di recente stampo. Potrete passare facilmente dalla terza persona alla prima non arrecandovi nessun disturbo qualitativo. Le texture sono meravigliose e rendono il gioco di Rockstar il migliore ad impatto grafico.

3455118-33_rdr2_ps4pro_raidingarmsdealer_withlenny.mov.00_04_27_13.still002

Inevitabilmente si paragona Red Dead Redemption 2 Grand Theft Auto 5 in quanto si pensi che possa avere lo stesso ritmo di gioco, cosa sbagliata a mio avviso. I lunghi viaggi e i silenzi inaspettati, accompagnati da soundtrack strepitose in puro spaghetti western, fanno parte di qualcosa di ben preciso che distingue il gioco da tutti rendendolo particolare ma di certo non meno adrenalinico. Infine, Red Dead Redemption 2, è un viaggio spirituale, un misto di sensazioni piacevoli che porta alcuni valori come il senso di comunità, lealtà e coraggio a splendere e prendere vita anche in un’anima non proprio da santo come quella di un bandito fuori legge. In alcuni momenti frustranti e a volte un po’ prevedibili, Red Dead Redemption 2 riesce a trasformare i suoi punti deboli in punti di forza consolidando una solida struttura che finisce nel servire bene quella che è la storia del gioco. Un prequel sublime, con una storia emozionante e eccitante. Un gioco difficile da abbandonare anche quando terminato. Un gioco che merita per forza di cose il premio come game of the year.voto 10

Annunci

18 risposte »

  1. Allora, intanto l’ho letta con molto piacere perché priva di spoiler… su Facebook e altri siti per poco non mi rovinavo il gioco. Mi arriva domani e più leggo i vostri articoli a riguardo su rdr2 più non vedo l’ora di giocarci. Bravi, continuate cosi.

    Piace a 1 persona

  2. Ottima recensione Paolo! A me è arrivato ieri e gia ci ho passato 5 ore all’incirca. Sono d’accordo con quanto detto nella recensione, gioco EPICO, che merita sicuramente il premio di Game of the Year. Perche durante l’anno non è uscito niente che si possa paragonare ad un titolo dello spessore di RDR2. In 5 ore di gioco mi hanno colpito molte cose, in particolare, l’assenza di bug, ragazzi non se ne trova uno neanche a cercarlo con la lente, e in un gioco così enorme è incredibile, quindi da applaudire il lavoro fatto da Rockstar. La grafica è il top, non penso che graficamente esistano altri giochi così dettagliati e con texture di questa qualità, forse solo Uncharted 4. Fase shooting eccezionale e feeling con le armi perfetto. Insomma, su questo gioco farò un centinaio di ore come minimo, anche perchè nei giochi che lo permettono, sono solito a giocarmi tutti i miei soldi in pocker e blackjack XD. Ma poi mi piace leggere e da quello che ho visto c’e tanto da leggere per capire bene la storia e il periodo storico. Ripeto, un gioco EPICO. 10 meritatissimo!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.