Ormai da un paio di giorni siamo totalmente immersi in questo strepitoso titolo. Signori, Red Dead Redemption 2 si presenta davvero bene.

Gameplay

Il gameplay è fluido e ricco di meccaniche particolarmente pratiche e funzionali  ai fini del gioco e del pad stesso. I movimenti, come durante un duello, rimangono coerenti con la qualità di tutto il contesto. Le sparatorie, le corse e  le scazzottate nei Saloon ci assicurano tanta adrenalina, che è una peculiare prerogativa di tutto il gioco. Lo shotting, in cui ci soffermeremo parecchio nella recensione ufficiale di Play Games Italia, è per la serie “scansati sparatutto arriva RdR2 “.

Grafica

Con una grafica iper realistica e texture da dieci e lode, Red Dead Redemption 2, dà tutto se stesso nel comparto visivo. La qualità finale è pari ad una serigrafica permeografica, ovvero tanto ben fatta da sembrare vera e concreta quasi ai livelli del tangibile. La cosa che ci ha colpito di più è l’immensità dell’evidente  – quasi reale – mostruosità grafica, soprattutto durante le cavalcate e le sparatorie. Vi assicuro che sembra quasi di essere montati davvero su un puledro che sfreccia all’impazzata. L’ambiente circostante è talmente divino che ci immerge totalmente nel wild wild west più puro e classico ri.

Storia (no spoiler)

Red Dead Redemption 2 può essere benissimo paragonato ad un prequel che racconta gli antefatti della storia facente parte di un ciclo precedente al primo. Quindi il consiglio è il medesimo; rivisitare la trama dell’ottimo titolo del 2010. In questo secondo capitolo ci saranno moltissimi spoiler riferenti al primo, quindi recuperatelo per evitare brutte sorprese.

America, 1899. L’era del selvaggio West è agli sgoccioli: la legge sta catturando le ultime bande di fuorilegge. Chi rifiuta di arrendersi viene ucciso senza pietà. Dopo un colpo andato storto nella città di Blackwater, Arthur Morgan e la banda di Van der Linde sono costretti alla fuga. Con gli agenti federali e i migliori cacciatori di taglie alle costole, la banda deve rapinare, combattere e rubare per farsi strada cercando di sopravvivere nel cuore di un’America dura e selvaggia. Una serie di conflitti e divisioni rischia di mettere a repentaglio l’unità del gruppo e Arthur si ritrova costretto a scegliere tra i suoi ideali e la lealtà nei confronti della banda che l’ha cresciuto.

Sensazioni

Per questioni dovute alla mole del gioco, abbiamo deciso di giocarci per bene prima di rilasciare la recensione, ma la sensazione è quella che questa volta Rockstar si sia superata, rendendo Red Dead Redemption 2 il titolo più rivoluzionario di sempre e papabile gioco dell’anno.

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

3 Comments

  1. Sembra particolarmente stupendo. Venerdì sarà mio.

    Mi piace

    Rispondi

  2. Mi bannate se dico che mi sono eccitato a leggere questo articolo? Lo voglio subito.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  3. Non resisto più, lo voglio ora 😭

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.