Premessa: nella recensione non mi soffermerò su gameplay, storia e via dicendo. Essendo un titolo arcinoto, finirei inevitabilmente per annoiarvi.

La Remastered di Dark Souls, acclamato titolo di From Software, sbarca finalmente anche su Nintendo Switch. La console ibrida della grande N amplia ulteriormente il proprio parco titoli, aggiungendo un titolo storico, che ha definito un genere.

Ma ne vale davvero la pena? Andiamo a scoprirlo insieme!

Dark Souls è un titolo che non ha bisogno di presentazioni; tutti, almeno una volta, hanno sentito nominare questo famigerato gioco, la cui difficoltà ha fatto volare numerosi pad e dischi fuori dalle finestre dei videogiocatori che affrontavano per la prima volta il viaggio a Lordran, la terra degli Dèi. Uscito nel 2011 per PlayStation 3 e Xbox One, Dark Souls è approdato in seguito su PC a furor di popolo, ed è proprio su questa piattaforma che il titolo targato From Software dà il meglio di sé: grazie a diverse mod, è infatti possibile migliorare, ottimizzare o, addirittura, rendere più difficile l’esperienza di gioco. Come abbiamo già visto, su PlayStation 4, Xbox One e PC, la Remastered gira in 4K a 60 FPS, il tutto condito da textures, luci e ombre migliorate.

La versione per Switch, ahimè, è ben lontana dai risultati ottenuti dalle piattaforme concorrenti. Piccolo appunto: la Remastered è fatta coi piedi a prescindere, ma questo è un altro discorso. Risultati opposti, dicevamo. Giocare su Nintendo Switch mi ha fatto inevitabilmente tornare alla mente quando giocai al titolo su PlayStation 3, sebbene l’esperienza di gioco non sia traumatica come quando esplorai la prima volta la Città Infame e il suo framerate ottimizzato alla “viva il parroco”. Il framerate, sia in modalità dock che in modalità portatile, è ancorato ai 30 FPS, sebbene la risoluzione sia diversa (1080p docked e 720p portatile). Grazie all’esperienza pluriennale maturata, ho potuto rushare il gioco fino al boss finale senza trovare gravi criticità lato ottimizzazione.

Il titolo nel complesso pertanto è più che godibile, sebbene abbia fatto fatica a giocarlo in modalità portatile, sicuramente a causa delle mie dita lunghe.

Signori miei, inutile girarci attorno: volenti o nolenti, Dark Souls è uno dei migliori titoli mai usciti e, secondo molti, addirittura il migliore in assoluto. Se non lo avete mai giocato, questa potrebbe essere l’occasione giusta per farlo. Il gioco, nonostante l’edizione rimasterizzata, inizia a sentire il peso degli anni e potrebbe far storcere il naso ad alcuni. Insomma, vale davvero la pena? A mio avviso no, e vi spiego il motivo. La versione PC gira benissimo anche su configurazioni non proprio recenti e offre nel complesso un’esperienza migliore grazie, come detto, al supporto delle mod il tutto ad un prezzo decisamente inferiore… o nullo, se capite l’antifona. Se proprio volete giocarlo in modalità portatile, standovene spaparanzati sul letto, be’, attendete un calo del prezzo: per 40€ non ne vale la pena.

7.5

Annunci

Pubblicato da Andrea R.

Videogiocatore incallito sin da bambino, nel corso della mia carriera videoludica ho salvato galassie, avuto rapporti sessuali con aliene procaci e sterminato orde di calarmati.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.