Come qualsiasi grande gioco di ruolo, Elex mostra grandi ambizioni. Il mondo di Magalan è un posto frammentato, strano ma bello. Non è il tipico mondo post-apocalittico, che mostra i segni del ringiovanimento che rende esplorativa la sua superficie montuosa e fortemente sfregiata da un impatto di una cometa, no! Sembra una seducente e accattivante proposta occasionale buttata lì per caso ma stranamente funzionale per l’impatto visivo. Ma nonostante ciò, la storia è sconnessa, i controlli insensibili e frustranti meccaniche di combattimento da suicidio, rendendo la campagna di all’incirca 30 ore troppo ardua e abbastanza stressante.

Nei panni di Jax, un ex comandante molto temuto all’interno della fazione di Alb. Gli alb sono noti per la loro dipendenza da Elex, un elemento che è penetrato attraverso il pianeta dall’impatto della cometa, il che li rende immensamente forti ed emotivamente nulli, dei soldati perfetti. Spinti dalla loro dedizione al loro leader, The Hybrid, iniziano una “pulizia” molto aggressiva del pianeta, combattendo la guerra contro le altre fazioni e costruendo convertitori giganti per strappare Elex dal terra e quindi impossessarsene.

Dopo essersi svegliati un po’ tardi, con un’armatura rubata e il residuo Elex sparito dal suo corpo, Jax inizia la sua ricerca di un nuovo posto nel mondo. Ma deve fare i conti con la ferocia del Alb. Insomma sembra una premessa avvincente e da un certo punto di vista affascinante.

Dei quattro livelli di difficoltà, possiamo trovare differenze mostruose. Si esatto, avete capito bene. Tra un livello è un altro passa un abisso. E nonostante abbia messo il livello normale, mi sentivo irrimediabilmente sottodimensionato, anche contro i nemici che sembrano semplici, al punto che l’unico modo in cui sentivo di poter fare progressi significativi era correre per sfuggire via dai combattimenti.
Ogni volta che trovavo un’arma nuova e forte, irrimediabilmente veniva negato l’equipaggiamento in quanto mancanza di certe abilità. Ci sono cinque attributi principali in cui potrete riversare i vostri punti abilità e la maggior parte delle armi vi richiede di essere al livello minimo con almeno due di questi attributi.

Ci sono alcuni problemi seri con i controlli e il combattimento del gioco che si presentano male; qualcosa di cui in Elex non si ci fa mai veramente l’abitudine. Il combattimento corpo a corpo è scomodo, la funzione di auto-targeting non distingue amici o nemici e, combinata con il rilevamento di colpi bassi e le animazioni lente, causa tutti i tipi di problemi che potrete immaginare. Il combattimento a distanza è un po’ meglio, ma soffre anche di alcuni problemi con il rilevamento dei colpi.
La cosa più frustrante è quando si colpisce con successo un nemico con un attacco corpo a corpo o a distanza e non fa alcun tipo di danno, almeno finché non lo colpisci tre o quattro volte, una sorta di bug non riconosciuto come tale dove non si trova nessuna spiegazione. Inizialmente pensavo che questo avesse qualcosa a che fare con il mio misuratore di resistenza, invece no… mistero. Non ho mai capito il motivo preciso per cui ciò accade, ma è incredibilmente frustrante a livelli da sclero poiché rende quasi ogni impegno che si ci mette orribilmente sbilanciato e sprecato soprattutto quando incontri boss forti, mettendo così in ombra le migliori e poche qualità di Elex.
1_nvtTmZRMU9eeKNZyaweRKw
Mentre i modelli dei personaggi e le facce lasciano a desiderare, gran parte dell’arte ambientale è incredibile. Separato in regioni distinte, Magalan è stupenda. Purtroppo i dettagli possono portare a cadute di frame rate, specialmente quando ci sono molti personaggi sullo schermo, ma è difficile negare il meraviglioso design artistico di Elex nonostante tutto. L’aggiunta di un jetpack per aiutarvi a attraversare le regioni montane, nonostante sia un po’ goffo, resta un bel tocco.

Le quest della storia principale non sono altrettanto interessanti come il paesaggio e sono piene di bug. La storia di Jax viene lentamente ricostruita attraverso i ricordi presentati come filmati durante i momenti di esposizione, anche se le transizioni tra questi sono stridenti al massimo. Molte volte sono uscito da un filmato solo per scoprire che il mondo attorno a me si stava lacerando e il mio personaggio cadeva dal pavimento in un vuoto cosmico, o che si schiantava nel nulla e il gioco si bloccava e richiedeva un riavvio completo e mi costringeva a ripetere la stessa quest di nuovo nella speranza che non sarebbe accaduto nuovamente.

Il mondo di Elex è senza dubbio allettante, ma i bei momenti sono pesantemente dispersi tra alcuni problemi tecnici importanti. Il gioco offre un mondo incredibilmente progettato e ben lavorato e la base di un RPG avvincente che non riesce a vivere all’altezza del suo potenziale. Per un gioco che si basa sul suo combattimento e per la progressione del personaggio, Elex non riesce a soddisfare le aspettative di un appassionato medio.

voto 5

Annunci

Pubblicato da Paolo M.

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.