PC

Kingdom Come: Deliverance – Soluzione completa

Missioni principali

Una visita inaspettata

Una visita inaspettataè la prima missione principale di Kingdom Come: Deliverance. Durante lo svolgimento dovrete completare diversi obiettivi in vari modi; vediamoli nel dettaglio. Il tutorial si svolgerà interamente a Skalitz e non sarà complesso.

L’inizio

Iniziate il tutorial.
Parlate con vostra madre. Il dialogo influenzerà le caratteristiche di base di Henry, aumentandone una di un punto; potrete scegliere se aumentare un attributo di due punti o se investire su due caratteristiche differenti. Ovviamente la decisione non è cruciale, in quanto potrete aumentare gli attributi con calma nel prosieguo del gioco.
Parlate quindi a vostro padre e riceverete un elenco di obiettivi da completare.

Procurarsi un’elsa per la spada

Obiettivo semplicissimo: recatevi al castello e parlate con le guardie che sorvegliano il cancello: riceverete un’elsa necessaria per forgiare una spada.

Esigere il debito di Kunesh

Passiamo ora a qualcosa di leggermente più complesso: convincere Kunesh a saldare il proprio debito. Recatevi alla sua capanna e parlategli; superando una prova di Persuasione o di Intimidazione, sarà possibile ottenere le chiavi di casa sua, garantendovi -qualora lo riteniate moralmente giusto- parte dei suoi averi. Andiamo con ordine.
Potrete rubare l’ascia di Kunesh attendendo che l’uomo torni a lavorare e intrufolandovi dentro casa sua. Facile come rubare le caramelle a un bambino, vero?
Sottrarre il martello tuttavia sarà leggermente più complicato e richiederà il superamento delle prove sopra menzionate. Una volta ottenuta la chiave da Kunesh, potrete infilarvi in casa sua e rubare gli averi dal baule.

Soluzione alternative:andate alla locanda, parlate coi vostri amici e chiedete loro una mano per risolvere il problema. Scatterà la rissa e otterrete la chiave. In alternativa, poiché il baule è chiuso, potrete tornare con un grimaldello per forzarne la serratura. Come ottenere un grimaldello? Parlate con Fritz e ne otterrete quattro. Fate attenzione a non romperli, perché in questo caso potrete dire addio al martello di Kunesh.

Comprare del carbone al mercato

Recatevi al mercato e parlate col mercante. Il vostro obiettivo sarà comprare dieci unità di carbone. Non avete denaro? Bene, potrete barattare del cibo (lo trovate a casa vostra). Potrete anche trattare per condizioni più vantaggiose.

Incontrare gli amici alla locanda

Incontratevi coi vostri amici e ascoltate il loro piano: smaggiare la casa del tedesco. Parlate con la moglie e attiratela lontano da casa. Dopo la cutscene, sarete costretti a fare i conti col marito, furioso come una biscia. Fate attenzione a non venire circondati, in quanto potreste subire danni permanenti. Qualora la barra della resistenza di Henry scenda sotto la metà, vi consiglio caldamente di allontanarvi un attimo, per poi rigettarvi nella mischia.
La marachella potrebbe costarvi “caro”: se impiegherete troppo tempo per allontanarvi dal luogo del misfatto, una guardia vi sorprenderà e vi pianterà un bel cazziatone.

Portare a vostro padre della birra

Incarico semplicissimo: recatevi alla locanda, parlate con Bianca e otterrete una brocca di birra e tre bottiglie di Grappa del Salvatore. Occhio alla penna: l’alcol serve per salvare manualmente il gioco, quindi non tracannatelo subito!

Partecipare alla lezione di combattimento con la spada

Parlate con Vanyek al villaggio e incontratelo nel ring a sinistra del castello. La missione è un banale tutorial che illustra le basi del combattimento, basi che dovrete padroneggiare alla svelta perché a breve potrebbero salvarvi la pelle…

Tornate da vostro padre

Una volta completati tutti gli incarichi, tornate da vostro padre per mettere la parola fine al tutorial.

Corri!

Corri! è la seconda missione principale di Kingdom Come: Deliverance. Durante la prima fase della quest, dovrete preoccuparvi solo di fuggire dall’attacco di un gruppo di Cumani, mentre durante la parte conclusiva raggiungerete Talmberg, ove incontrerete diversi personaggi importanti.

Raggiungete Talmberg

Non appena inizierà la missione, pensate solo a fuggire. Non tentate nemmeno di affrontare i Cumani perché, al vostro attuale livello, vi aprirebbero in due come un libro.
Raggiungete il casolare ai piedi della collina, entrate e occupatevi dei Cumani che stanno tentando di stuprare Theresa, ottenendo così il trofeo “Cavaliere” .

Come detto poc’anzi, i Cumani non sono avversari alla vostra portata, quindi tirate un cazzotto a uno, fuggite e date modo a Theresa di fare altrettanto. Uscite dal casolare e montate su uno dei cavalli “parcheggiati”; preparatevi a un duro inseguimento: i Cumani hanno un’ottima mira e non sarà facile evitare le loro frecce. Una volta partito l’inseguimento, girate a sinistra e iniziate a costeggiare il torrente, in modo da raggiungere Talmberg. Una volta raggiunto il villaggio, partirà una serie di cutscenes che metterà fine all’inseguimento.
Durante la fuga dovrete gestire al meglio la barra della resistenza del cavallo: quando sarà in prossimità della fine, fatelo rifiatare un attimo e riprendete la corsa, facendo attenzione a non farvi raggiungere dagli inseguitori.

Parlate con Sir Robard

Giunti nel villaggio, dovrete parlare con Sir Robard. Uscite dalla stanza che vi è stata assegnata per la notte e seguitelo nella cucina, dove potrete mangiare a sazietà e recuperare la salute persa durante l’inseguimento. Tornate quindi in camera e schiacciate un pisolino, per venire poi interrotti da Lady Stephanie. Durante il dialogo con la donna avrete modo di sviluppare le capacità dialettiche di Henry; non solo: più tardi potrete anche sedurre la donzella e portarvela a letto. Per far colpo sulla donna, dovrete avere almeno due livelli in Persuasione.
Il prossimo step consiste nel parlare nuovamente Sir Robard. Raggiungete le mura e parlategli per ricevere il prossimo incarico: pattugliare le mura. Scambiate due battute con i soldati e attendete il mattino.

Lasciate il castello e tornate a Skalitz

Uscire dal castello è la parte spinosa della missione corrente.
Parlate con Sir Robard e ditegli che volete tornare a Skalitz per seppellire i vostri genitori. Il bastardo rifiuterà categoricamente di congedarvi, anche qualora superaste una prova di Persuasione. Dovrete quindi ingegnarvi e trovare un modo “differente” per lasciare il castello.

Il modo più semplice è raggiungere il ponte levatoio che collega il castello al campo: potrete saltare sulle rocce e fuggire indisturbati, rischiando però di farvi male (salvate prima di saltare).

Un’altra possibilità meno rischiosa per i vostri glutei è uscire dal cancello principale del campo. Parlate con Radim, l’uomo che lo sorveglia, e persuadetelo. Affinché Radim possa lasciarvi uscire, sarà necessario camuffarvi da guardia. Tornate nella parte meridionale del castello e individuate un forziere.
La serratura andrà scassinata, ma fortunatamente potrete acquistare dei grimaldelli del venditore del castello a 24 groschen. Indossate l’armatura e recatevi alle stalle, dove dovrete procurarvi un cavallo. Riconoscerete il vostro perché, a differenza degli altri, interagendo con esso appare il comando Monta al posto del comando Ruba. Salite in sella dunque e tornate da Radim.

Galoppate quindi in direzione di Skalitz e inzierà la missione Ritorno a casa.

Ritorno a casa

Durante la missione Ritorno a casa, Henry dovrà tornare a Skalitz, distrutto dai Cumani, e seppellire i propri cari.

Dopo essere fuggiti dal castello di Talmberg, al termine di una cutscene, vi troverete già indirizzati verso Skalitz. Come detto poc’anzi, il villaggio è stato distrutto, quindi dovrete entrare dall’ingresso orientale mostrato nell’immagine qui sopra. Salite la collinetta e troverete i cadaveri dei genitori di Henry in strada, dove li avete visti morire durante la missione Visita inaspettata.
La parte spinosa della missione consiste nel trovare una vanga per scavare la fossa. Mettetevi in ascolto e individuate il cane che abbaia; dirigetevi verso destra, passando tra due case, e troverete un ragazzo che sta saccheggiando il cadavere del padrone del cane. Parlategli e tentate di farvi consegnare la pala. Qualora le cose non andassero per il verso giusto, dovrete fare a pugni col ragazzo, il quale, una volta sconfitto, fuggirà lasciando cadere la pala.
Raccogliete la pala e salite la collina, dirigendovi verso la casa di Henry. Individuate il grande albero nei paraggi e iniziate a scavare. Verrete tuttavia interrotti da un bandito di nome Runt, il quale vi prenderà a calci nel deretano. Non c’è modo di sconfiggerlo, quindi limitatevi a perdere con dignità. Purtroppo Runt vi ruberà la spada di famiglia, ma meglio perdere la spada che la vita, non credete?

Al vostro risveglio vi troverete in una città chiamata Rattay. La missione Ritorno a casa terminerà e inizierà Il risveglio.

Il risveglio

Il risveglio è la quarta missione principale di Kingdom Come: Deliverance, ottenibile completando la missione Ritorno a casa. Oltre a Il risveglio otterrete simultaneamente una seconda missione, Vendetta, che dovrete completare più in là nel corso della storia.

Vi sveglierete in un mulino, a fianco di Theresa, la figlia del mugnaio di Skalitz, la quale vi racconterà che siete stati ko per circa due settimane. Grazie alle cure del mugnaio Peshek, tuttavia, siete ancora vivi. Alzatevi dal letto e interagite col baule di legno, raccogliendo tutto l’equipaggiamento contenuto. Dovete la vita al mugnaio, quindi decidete di andarlo a ringraziare. Uscite dal mulino e lo troverete con facilità. Parlategli, pagatelo per il disturbo e vi verrà assegnata la missione secondaria Il buon ladro. Vi consiglio di completare subito la suddetta missione, in quanto vi verrà insegnato come scassinare le serrature, borseggiare e vendere gli oggetti rubati. Direi che ne vale la pena, no?

Raggiungete il castello di Rattay e una cutscene porrà fine alla missione corrente.

Allenati duramente, combatti facilmente

Allenati duramente, combatti facilmente è la quinta missione principale. Si svolge nel campo di allenamento di Rattay, vicino all’uscita est.

Raggiungi il campo di allenamento e parla con il capitano Bernard

Dovrete presentarvi al campo di allenamento alle 7:00 del mattino per incontrare il Capitano Bernard. Potete dormire nel vostro letto o premere il Touchpad (PS4) per far avanzare il tempo. Troverete il capitano anche più tardi ma comunque deve essere mattino. Sembra una buona occasione per ricordarvi di tenere sempre d’occhio le statistiche riguardanti la “Sazietà” e l’ “Energia” di Henry, poichè se dovessero raggiungere lo 0, sverrete e in ogni caso se non vi prenderete cura di voi stessi, intaccherete negativamente anche le altre statistiche. L’avanzare del tempo diminuisce automaticamente le vostre statistiche, per cui occhio alla penna! Cercate di tenere questi valori sopra il 50 e starete bene: la “Sazietà” aumenta quando mangiate, mentre l’ “Energia” dormendo nel letto.

Iniziare l’allenamento di Bernard / Tutorial per la spada

Bando alle ciance, è tempo di allenarsi! Quindi per iniziare l’allenamento, parlate con Bernard che vi farà iniziare un tutorial per il combattimento con la spada. Potete scegliere se fare un allenamento basico o avanzato. Consigliamo l’avanzato, poichè da poco avrete affrontato il primo allenamento con la spada a Skalitz.

Allenamento con l’arco

Dopo aver completato l’allenamento con la spada, seguiamo Bernard al campo per il tiro con l’arco. Avrete pochi secondi prima che Lord Capon arrivi e vi sfidi, per cui usate il tempo a vostra disposizione saggiamente. Prima di tirare, riceverete un vambrace, utile per mirare con l’arco e, appunto, un arco cinereo dell’abitante del villaggio.

Tendete l’arco con R2 e rilasciate per scoccare la freccia.

Come mirare?

Mirare è abbastanza difficile perchè manca un reticolo di mira. Bisogna mirare tenendo come punto di riferimento la punta della freccia o, in alternativa, il dorso della mano. Siccome non terrete l’arco esattamente dritto, le frecce tenderanno ad andare un po’ a sinistra rispetto a dove punta effettivamente la freccia. Mirate anche leggermente più in basso rispetto al bersaglio. Le frecce scoccheranno velocemente (dipende dal tipo di arco e di frecce usate). Ci vorrà un po’ di pratica ma sarà divertente allenarsi e migliorarsi; infatti potrete tornare ad allenarvi quando vorrete dopo aver completato la missione in corso.

Sfida con l’arco e con la spada contro Hans Capon

Lord Hans Capon arriverà e vi sfiderà in una gara di tiro con l’arco. Se vincerete, Lord Capon vi consegnerà il suo arco, altrimenti dovrete pagarlo.

In seguito, vi sfiderete in un combattimento con la spada. Usate tutto ciò che avete imparato in precedenza e dovreste batterlo tranquillamente, infatti questa sfida sarà più semplice della precedente. Se vincerete, vedrete saldato il vostro debito con Capon (se avete perso nella sfida precedente).

Parla con Bernard

Ora avrete finito l’allenamento e potrete tonare dal Capitano Bernard. Quest’ultimo vi manderà dall’ufficiale giudiziario per i vostri doveri di guardia.

A rapporto dal balivo

L’ufficio del balivo è segnato sulla vostra mappa automaticamente. Si trova in un edificio sopra l’armeria. Andate di fronte all’armeria, fate qualche passo a destra e potete andare in un piccolo cortile e salire delle scale di legno. Entrate nell’edificio usando queste scale e andate all’ultimo piano. Il balivo vive lì. In ogni caso, è difficile dare una posizione esatta, poiché di solito cammina durante il giorno e potrebbe trovarsi in una posizione diversa, comunque di pochi metri. Ricordate anche che durante la notte chiudono le porte e quindi se è già tardi potreste trovare chiuso. In questo caso avanzate fino alle 11 di mattina del giorno dopo e le troverete aperte.

Parlare con il balivo pone fine alla missione.

Mantenere la pace

Mantenere la pace è la sesta missione di Kingdom Come: Deliverance. Durante la missione, dovrete semplicemente fare la guardia e risolvere una lite feroce.

Il balivo di Rattay vi arruolerà come guardia; anzitutto, dovrete raccogliete un’arma e un’armatura (la prima si trova nell’armeria), quindi uscite dalla casa del balivo e dirigetevi verso la torre di guardia, ove otterrete l’armatura (i punti di interesse sono segnati sulla mappa, sarà impossibile mancarli). La menata è che la guardia che dovrebbe consegnarvi l’armatura è spesso assente, in quanto impegnata nella ronda o a dormire. Recandovi nella torre dalle 11 alle 19 dovreste tuttavia trovarla, ricevendo così l’armatura e un mazzafrusto.
La seconda parte della missione richiede di pattugliare Rattay assieme a un altro miliziano, un tale Nightingale. L’uomo si trova nelle vicinanze della chiesa dalle 11 alle 19, per cui fate avanzare il tempo se non volete attendere troppo. Iniziate la ronda e vi imbatterete in una mendicante intenta a litigare con l’armaiolo. Avrete diverse opzioni:
1. schierarvi con la mendicante e consentirle di restare;
2. schierarvi con l’armaiolo e scacciare l’accattona;
3. ignorarli;
4. informarvi sull’accaduto e: donare un groschen alla mendicante o convincere l’armaiolo.

A prescindere dalla vostra decisione, proseguirete nella ronda e, finalmente, entrerete nella locanda, dove Nightingale, se lo vorrete, vi insegnerà a giocare a dadi. Non sentitevi in obbligo a giocare: potrete rifiutare la proposta della guardia senza conseguenze. Al termine della partita (o non appena declinerete la proposta ludica) scatterà una scena di intermezzo, al termine della quale dovrete raggiungere la piazza e suonare la campana. Tornate alla casa del balivo e individuate la campana sul muro di fronte all’armaiolo.

Occhio alla penna: non rimandate eccessivamente questo step e non provate ad abbandonare la città, pena il game over.

Una volta suonata la campana, tornate alla taverna, dove partirà un nuovo intermezzo, al termine del quale dovrete prendere a pugni Lord Hans Capon. Non importa che vinciate o perdiate la rissa: ad un certo punto, nel bel mezzo della scazzottata, scatterà una cutscene che metterà fine alla missione corrente.

La preda

La preda inizierà subito dopo il completamento di Mantenere la pace. Hans Capon vi inviterà a una battuta di caccia, durante la quale il lord finirà nei guai e voi, ovviamente, dovrete aiutarlo.

La prima cosa da fare è incontrare Lord Hans nel cortile superiore del castello, all’alba. La fascia oraria consigliata va dalle 6 alle 8 di mattina. Dopo una breve conversazione, dovrete seguire Capon nel bosco.

Occhio alla penna: prima di proseguire vi consiglio di depositare tutti gli oggetti inutili, perché le spoglie degli animali che raccoglierete peseranno abbastanza.

Durante il tragitto dovrete cavalcare al fianco di Hans, e questi vi chiederà scusa per l’accaduto della sera prima. Rispondete liberamente, non ci saranno conseguenze legate alle vostre scelte. Giunti all’accampamento, dovrete servire il signorotto. Iniziate con un compito facile facile: tornate dal cavallo, frugate dentro la bisaccia e portate del bacon e del vino ad Hans.
Poiché la caccia avrà luogo il mattino seguente, schiacciate un sonnellino e rilassatevi fino alle 7 del mattino, orario in cui dovrete svegliare Capon. Svegliarlo anzitempo lo farà arrabbiare. Ad ogni modo, parlategli dopo le 7 ed iniziate la sfida: vincerà chi ucciderà più conigli. Prima di iniziare assicuratevi di raccogliere l’arco, le frecce e il cibo essiccato.
Siete pronti? Bene, inizia la battuta di caccia. L’Intelligenza Artificiale dei conigli non è proprio eccelsa, in quanto spesso e volentieri si incastreranno nelle rocce, rendendoli bersagli facilissimi per Henry.
Potrete optare un duplice approccio: usare l’arco o la spada. La differenza è palese: con l’arco potrete adottare un approccio più furtivo, ma essendo i conigli animali di piccola taglia potreste avere problemi a colpirli con le frecce. L’approccio diretto, quello con la spada, non sarà elegantissimo ma, complice la sopraccitata IA penosa dei conigli, si potrebbe rivelare più efficace: correte dietro alle bestiole, fatele incastrare nelle rocce e ammazzateli.

Nota bene: durante la battuta di caccia potrete muovervi a piacimento per il bosco, quindi sentitevi liberi di esplorare.

Una volta che vi sarete stancati o vi riterrete soddisfatti del bottino, fate avanzare il tempo fino alle 5 del pomeriggio e tornate all’accampamento, dove verrete ricompensati, in caso di vittoria, con 35 groschen.

La battuta è stata faticosa, quindi andate a dormire. Svegliatevi nuovamente alle 7 di mattina e parlate con Capon, il quale proporrà (o meglio: imporrà) di cacciare dei cinghiali. Seguitelo nel bosco, guardate la scena di intermezzo e inseguitelo mentre insegue (scusate il gioco di parole) il cinghiale ferito. Dopo poco tempo, però, lo perderete di vista.
A questo punto, ovviamente, dovrete ritrovare Hans, ma il gioco non vi fornisce l’esatta ubicazione.

Lo troverete legato come un salame ad un palo, in un piccolo accampamento presidiato da due Cumani. Potrete liberarlo in due modi:
1. sgattaiolare furtivamente nell’accampamento, senza farvi vedere dai due energumeni;
2. affrontarli in combattimento (in questo caso consiglio di sbarazzarsi prima dell’arciere).

Dopo averlo liberato, Lord Hans vi donerà, una volta tornati a Rattay, un cavallo tutto vostro.

Comincia la caccia!

Comincia la caccia! è l’ottava missione principale di KCD. Durante questa missione dovrete investigare in un villaggio (precisamente Neuhof) razziato durante la notte e dovrete raccogliere informazioni sui responsabili dell’attacco.

Raggiungi il Capitano Bernard nel cortile

Scendete le scale e vedrete il Capitano Bernard davanti alla stalla dei cavalli. Gioite, poichè il Capitano vi regalerà il vostro primo cavallo!

Cavalca il tuo nuovo cavallo / Segui gli uomini a Neuhof dove è stato visto Runt

Salite sul vostro cavallo nuovo di pacca, che si chiama “Pebbles” e cavalcate con il Capitano e i suoi uomini a Neuhof. Dista solo pochi minuti da Rattay, ma state vicini al gruppo per non perdevi!

Interroga i sopravvissuti

Ci sono quattro persone da interrogare obbligatoriamente per poter proseguire:

– Zora: la donna nel cortile con il cadavere del marito tra le braccia.
– Jakub: il ragazzo in piedi nel cortile, proprio di fronte a Zora.
– Mark: per incontrarlo dovete uscire dal cortile e camminare all’interno del villaggio (per non perdere la bussola, consultate la mappa). Ci sono alcune case in fiamme e nella piazza del mercato si sono radunati i superstiti. Mark è quello seduto per terra.
– Ginger: Si trova vicino a Mark, è il ragazzo con i capelli rossi in piedi di fronte al fienile nel villaggio raso al suolo.

Esplora l’Area Nord della fattoria

L’area interessata durante le vostre ricerche sarà segnata sulla vostra mappa. C’è solo una strada in quest’area (controllate la mappa per segnarla). Noterete del sangue su quella strada, analizzatelo per completare questo step.

Esplora la radura nei boschi

La scia di sangue conduce all’interno della foresta. Seguite il sentiero, arrivati in una radura incontrerete due nemici. Prendeteli alle spalle e premete L2 per stordirli. Uno di loro è ferito e non vi affronterà, mentre l’altro è un omone potente ed è difficile da battere in uno scontro aperto. Depredate i corpi dopo lo scontro per ottenere un oggetto molto importante per la missione, ovvero il “nettapiedi insanguinato”.

Cerca il proprietario del nettapiedi / Cerca Ginger a Neuhof / Fatti dire da jacob dov’è finita Ginger

Tornate a Neuhof e parlate di nuovo con Mark. Vi dirà che il nettapiedi appartiene a Ginger. Andate adesso nel cortile di Neuhof e parlate nuovamente con jakub. Vi dirà di cercare Ginger alla carboniera.

Questo pone fine alla missione, nella prossima cercheremo Ginger, state pronti!

Pericolo rosso

Pericolo rosso è la nona missione ed è direttamente collegata alla precedente. Ci eravamo infatti lasciati durante la ricerca di Ginger, che si trova nei guai (vecchia canaglia!)

Interroga i carbonai a Sud

Il primo gruppo di carbonai si trova a Sud di Neuhof. parlate con il portavoce deo carbonai al loro campo. Se arrivate prima delle 10:00 di mattina, staranno dormendo, avanzate il tempo per fare prima. Il portavoce non ha nessuna informazione su dove possa essere Ginger. Non importa le scelte di dialogo che farete, non saprà dirvi niente di utile. Vi indicherà il prossimo campo di carbonai in cui indagare.

Interroga i carbonai a Nord

Dopo aver parlato con il portavoce del primo campo, vi troverete a dover cercare i carbonai in una vasta area nei boschi vicino Talmberg. Si trova a Sud dell’area di ricerca. Parla con il portavoce dei carbonai di questo campo ed egli vi indicherà la posizione dell’ultimo campo in cui dovrete recarvi.

Interroga i carbonai vicino a Talmberg

Quest’ultimo campo verrà segnato sulla vostra mappa in automatico. E’ proprio vicino a Talmberg: seguite il fiume e vi imbatterete nei carbonai. Parlate con i carbonai gemelli.

Questo è un momento molto importante dell’intera storia! Se volete il trofeo “Misericordioso”, quello che sbloccherete se non ucciderete nessuno durante tutto il gioco, dovrete avere la statistica “Parlantina” molto alta per poter mentire ai carbonai e far loro credere di aver ucciso i banditi (durante il dialogo, dovrete selezionare “(menti) I banditi sono morti”).

Avete 2 opzioni: la prima, più veloce e facile, è quella di mentire e dire di aver già ucciso i banditi: è sufficiente avere almeno 9 di “Parlantina”. La seconda, invece, vi porterà via più tempo e se non avete intenzione di ottenere il trofeo “Misericordioso” e la vostra statistica di “Parlantina” è troppo bassa, dovrete accordarvi con i carbonai per uccidere i banditi

Uccidi i banditi (OPZIONALE)

Come già detto, questo è un passaggio opzionale se non avrete mentito ai carbonai. Ce ne sono 2. Potete semplicemente stordirli, andando alle loro spalle e premendo L2. In ogni caso, dovrete effettivamente ucciderli o non potrete continuare con la missione.

Cerca Ginger, lo stalliere scomparso di Neuhof

Se avete mentito ai carbonai, potete fare direttamente questo step della missione. Altrimenti, se avete scelto di uccidere i banditi, dopo averlo fatto, tornate e raccontate ai carbonai ciò che avete fatto.

In ogni caso, vi diranno ora dove potete trovare Ginger. Si nasconde in una piccola capanna, circa a 100 Metri dall’ultimo campo di carbonai (vi basterà correre sulla collina attraverso i boschi).

Quando parlerete con Ginger, dovrete di nuovo decidere se mentirgli o no riguardo i banditi. Mentitegli (ovviamente). Quando vi chiederà di tornare a Neuhof per assicurarvi che gli abitanti del villaggio non siano arrabbiati con lui, ignoratelo (sì sì, poi lo faccio). A questo punto cederà e vi darà le informazioni che state cercando. Adesso, potete convincerlo a tornare a Neuhof per raccontare la sua versione dei fatti. Anche voi dovrete tornare a Neuhof.

Ecco un altro momento decisivo per la storia! Se volete il trofeo “Misericordioso”, dovete mentire anche a Ginger sull’aver ucciso i banditi.

Torna dal Capitano Bernard e raccontagli cosa hai scoperto da Ginger

Tornate dal Capitano Bernard e ditegli cosa avete scoperto, ma prima parlate anche con Radzig, che vi darà 75 Groschen.

Le vie del Signore

Le vie del Signore è una missione bilaterale: potrete completarla infatti ottenendo l’aiuto dei sacerdoti o agendo per vostro conto. Come? Scopriamolo assieme.

Raggiungete Uzhitz, il villaggio a nord-est di Talmberg. Ivi giunti, noterete una folla di persona attorno a una casa; guardate la scena di intermezzo e iniziate a indagare sul bandito zoppo. Parlando coi popolani scoprirete che si chiama Lubosh e che recentemente è stato avvistato in chiesa. Va da sé che la chiesa sia la prossima meta, giusto? Raggiungetela e parlate con padre Godwin. Purtroppo però non riuscirete a cavare un ragno dal buco, quindi dovrete trovare un modo per guadagnarvi la fiducia del sacerdote. Nemmeno un alto livello di Persuasione, finora arma infallibile per convincere gli altri a fidarsi di voi, potrà aiutarvi.

Apriamo una doverosa parentesi: se avete letto l’introduzione di questa missione, ricorderete che vi ho parlato di due modi per completarla. Il primo, come avrete già intuito, prevede di convincere padre Godwin a rompere il silenzio e a vuotare il sacco. Il secondo, invece, che vedremo più avanti, prevede una ricerca negli archivi di Rattay.

Padre Godwin vi inviterà alla taverna (accanto alla chiesa) a bere qualcosa. Accettate e incontratelo in loco alle 23; entrate nella locanda, sedetevi di fronte al prete e iniziate a parlargli.

Occhio alla penna:non presentarsi all’appuntamento farà infuriare Godwin, che si rifiuterà di fornire informazioni sui banditi. In questo caso, dovrete ricorrere al metodo alternativo per ottenere le informazioni (vedere in fondo).

Per conquistare la fiducia del prete, doverete scegliere sempre la prima opzione di dialogo; siate onesti e trasparenti, mi raccomando. Ciò che importa di più però è l’ultima battuta. Quando il sacerdote vi chiederà di bere in compagnia, accettate.

Occhio alla penna: in caso vogliate sbloccare il trofeo Illibato, dovrete rifiutare l’invito del prete e dirgli che non siete dell’umore adotto per ubriacarvi. Qualora, al contrario, voleste ottenere il trofeo Peccatore dovrete accettare l’offerta e iniziare a tracannare come spugne.

Prima di proseguire, c’è altro che dovete sapere. Accettando la proposta, guadagnerete la fiducia di Godwin, mentre declinando l’invito la perderete, quindi dovrete utilizzare la via alternativa per reperire le info necessarie per trovare Lubosh.

Il mattino seguente, Godwin si sveglierà col mal di testa tipico di chi ha preso una sbornia colossale. Accettate di accompagnarlo nella predica e in base alle opzioni di dialogo che sceglierete sarà determinato il vostro successo.
Queste sono le opzioni da scegliere:
Dialogue #1: Begin the Sermon confidently
Dialogue #2: We are commanded to reject dissolute priests
Dialogue #3: Continue Harshly
Dialogue #4: To sin is human
Dialogue #5: Continue harshly
Dialogue #6: Try some quote to conclude

Se avrete fatto tutto correttamente, inizierà la missione successiva.

La via alternativa

Parliamo infine dell’altro modo per ottenere le informazioni che vi servono. Qualora sbagliaste qualcosa, potrete sempre ricorrere a questa soluzione.
Nei casi sottoindicati dovrete per forza rivolgervi al balivo:
1. non vi siete presentati alla taverna all’orario indicato;
2. non avete detto tutto di voi a padre Godwin;
3. avete declinato il suo invito a bere assieme;
4. avete rifiutato di predicare assieme al prete;
5. il sermone non è andato a buon fine e non è stato apprezzato dagli abitanti.

Parlate col balivo di Uzhitz e ditegli che non siete riusciti a guadagnare la fiducia di padre Godwin. Vi verrà detto di trovare un registro degli eventi di cronaca nera negli archivi di Rattay. Recatevi in città e cercate la costruzione (si trova in centro, di fianco alla casa dello scriba). Entrate e raggiungete il secondo piano, dove troverete lo scriba sofferente e malato. Ovviamente egli non vi aiuterà se voi non lo aiuterete, per cui andate dal farmacista e comprate il rimedio per 40 groschen (trattabili). Portate la medicina allo scriba e seguitelo nella stanza a fianco, dove potrete leggere il fatidico libro. O meglio: fatevelo leggere perché Henry è ignorante come una bestia.
Una volta ottenute le informazioni, la missione si concluderà.

Sulla pista giusta

Durante la missione, Henry continuerà la ricerca dei banditi responsabili dell’attacco a Neuhof. Questa volta visiterete il villaggio di Ledetchko e il suo circondario, alla ricerca di un uomo di nome Reeky.

Eccoci dunque all’undicesima missione di Kingdom Come: Deliverance. Siete pronti? Bene.
Iniziate raggiungendo Ledetchko, un villaggio a nord di Rattay. Ivi giunti, iniziate a interrogare gli abitanti, per venire indirizzati dal padre di Reeky. Avrete due alternative:
1. parlare con il padre di Reeky;
2. parlare con Adela, una delle dipendenti delle terme.

Scoprirete che Reeky ha cacciato illegalmente degli animali e li ha venduti al locandiere di Ledetchko. Pare inoltre che Reeky si nasconda in una caverna nella foresta, informazione che verrà confermata anche dal locandiere se gli parlerete e lo pagherete per vuotare il sacco.
Oltre a parlare col locandiere, se volete evitare di spendere groshcen per estorcergli le informazioni, potrete chiedere ai taglialegna del posto.
Quale che sia la vostra decisione, verrete a sapere, come detto poc’anzi, che Reeky si nasconde in una caverna nella foresta.

Entrate nella grotta ed esaurite tutte le opzioni di dialogo per scoprire dove si trova Timmy, il che porrà fine alla missione corrente e darà il là alla missione Il mio amico Timmy.

Nido di vipere

Dopo aver ottenuto le informazioni da Timmy, recatevi nel punto indicato della mappa.
Una volta raggiunti i cancelli dell’accampamento, l’obiettivo della missione si aggiornerà e dovrete intrufolarvi nell’accampamento per avvelenare il cibo e sabotare le frecce dei banditi. Ovviamente, per non farvi sgamare in quattro e quattr’otto dovrete camuffarvi da cumano. Avrete due opzioni:
1. mettere ko/uccidere uno dei cumani che pattugliano il perimetro;
2. andare a nord e scassinare la serratura del forziere nei pressi dell’entrata.

Qualora uccidiate un cumano, fate attenzione: dovrete essere uguali a lui in tutto e per tutto. Come? Semplice, assicurandovi di indossare i seguenti oggetti:
-Stivali del borghese
-Caffetano Cumano
-Calzoni alla cavallerizza Cumani
-Shishak Cumani
-Bracciali
-Cotta dei Cumani
-Guanti rivettati
-Scudo di metallo dei Cumani
-Arco dell’abitante del villaggio
-Coltello

Ora che siete ufficialmente uno di loro, uscite dall’accampamento ed entrate dall’ingresso settentrionale, generalmente il meno pattugliato. Fate attenzione a non avvicinarvi troppo ai cumani, perché potrebbero parlarvi e far saltare la vostra copertura. Magari fate avanzare il tempo e approfittate del buio per trovare meno cumani in giro.
Bene, vi ho detto tutto ciò che dovete sapere, quindi iniziamo. L’accampamento è diviso in due: da un lato avremo i cumani, dall’altro i banditi. In entrambi i lati vi attende una bella pentola e un bel barilozzo pieno di frecce da sabotare.
Individuate l’edificio bruciato, nell’accampamento dei banditi. Avvicinandovi partirà una scena di intermezzo con Runt, ma non distraetevi: entrate nella tenda di fronta all’edificio bruciato, rompete il forziere e prendete il veleno.
Ora inizia la parte difficile: dovrete avvelenare ogni pentolone e sabotare ogni barile di frecce. Durante i vostri spostamenti i cumani potrebbero fermarvi e parlarvi, mandando in malora la vostra copertura. Una volta terminato il compito, dovrete uscire dall’accampamento. Farlo sarà facile se non vi sarete fatti sgamare, in caso contrario… Be’, spero abbiate parcheggiato il cavallo nei paraggi.

Nota bene: durante la prossima missione, quando assalirete l’accampamento, i vostri alleati avranno la vita illimitata, per cui potreste evitare di bestemmiare e lasciare perdere l’obiettivo opzionale di sabotare le frecce.

Tornate finalmente a Merhojed, raccontate tutto a Sir Radzig assicurando di dare le giuste risposte:
-I’m back from scouting
-It’s in some overgrown ruins
-I tried to count them –> There’s a lot of them
-There are bandits there
-There are cumans there
-Their arms and armor –> They’re well positioned
-They’re making some ladders in the camp

A questo punto, Sir Radzig vi spedirà a Talmberg per chiedere rinforzi a Sir Divish. Raggiungete il castello, salite al secondo piano e ditegli che siete pronti. Qualora non foste pronti, vi consiglio di prepararvi adeguatamente per la battaglia imminente, procurandovi quantomeno 20 frecce ad alto output di danno (come le Frecce Perforanti Migliorate). Una volta che darete il via a Sir Divish, la missione corrente terminerà e inizierà Il Battesimo del fuoco.

Il battesimo del fuoco

Dopo esservi intrufolati nell’accampamento cumano di Pribyslavitz e aver sabotato il sabotabile, dovrete partecipare all’assedio. Dopo la lunga scena di intermezzo, dove discuterete con Sir Radzig riguardo il piano di attacco, inizierete l’assalto sul ponte.
Qualora non abbiate sabotato le frecce, vi troverete ad affrontare diversi arcieri; ignorateli perché vi infliggerebbero ingenti danni e, soprattutto, perché i vostri alleati li asfalteranno senza troppe difficoltà. Se proprio non volete tirarvi indietro, invece, caricateli e passateli a fil di spada, lasciando tempo così ai vostri alleati di attraversare il ponte con noncuranza.
A questo punto fatevi furbi: statevene in disparte e lasciate che siano i vostri alleati a fare il lavoro sporco, limitandovi ad attaccare alle spalle gli ignari nemici che, colti alla sprovvista, soccomberanno sotto i vostri fendenti. Proseguite fino a raggiungere il campo dei cumani. Vi verranno dati due obiettivi: uccidere gli arcieri o il comandante dei cumani. Gli arcieri possono essere infidi, per cui iniziate da loro. Salite la scala, menate due o tre colpi e fatevi inseguire in mezzo alla mischia, in modo che i vostri alleati li facciano a fettine. Fate lo stesso col comandante e non avrete problemi a proseguire. Prima di avanzare, tuttavia, raccogliete l’elmo del comandante dei cumani: vale parecchio ed è un ottimo elmo.

La battaglia si sposta nell’accampamento dei banditi. Apritevi la strada fino alla chiesa bruciata (o meglio, fate aprire la strada dai vostri alleati) e, una volta eliminati tutti i nemici, partirà una scena di intermezzo in cui Henry insegue Runt. La lotta non sarà facile, quindi mi auguro siate pronti e ben livellati.
Runt è un avversario particolarmente ostico, in grado di bloccare i vostri attacchi e di contrattaccare con ferocia inaudita. Sarà dura lasciarlo senza energia e, anche in questo caso, dovrete fare i conti con la sua pesante corazza, in grado di assorbire buona parte dei vostri danni. Batterlo con la spada sarà veramente difficile, ma confidiamo nella vostra abilità.

Una volta eliminato il temibile avversario, partirà una scena d’intermezzo durante la quale tornerete a Rattay, dove Sir Hanush vi donerà una stanza. Inizierà quindi la missione principale Domande e risposte.

Domande e risposte

Domande e Risposte è la 15esima missione principale di KCD. Si attiverà subito dopo aver completato la missione Battesimo del Fuoco. Questa missione è legata a doppio filo con la quest secondaria Peste.

Prima di iniziare dovreste procurarvi i seguenti oggetti:

– 1x Valeriana (Erba), acquistabile presso il farmacista di Rattay (Necessaria per la cura)
– 2x Cardo (Erba), acquistabile presso il farmacista di Rattay (Necessaria per la cura)
– 1x Carbone, acquistabile presso ogni fabbro / fucina (Necessaria per la cura)
– Imparare a leggere completando la missione secondaria La Penna e la Spada
– (OPZIONALE) Grappa del Salvatore (Utile per un trucchetto mentre si realizza la pozione)

Raggiungete la parte superiore del castello di Rattay. Scatterà una cut scene.

Viaggiate a Merhojed a parlate con qualunque abitante che incontrerete per la strada. vi diranno dove poter incontrare Matthias. Sta dormendo per terra nelle stalle, andate a parlargli.

Dopodichè, andate a parlare con il balivo Melichar che vive nell’edificio a sud delle stalle. Parlategli per sbloccare la missione secondaria <i>Peste</i>.

Dopo aver guarito i pestilenti, tornate a parlare con Melichar. Potete farlo verso la fine della missione Peste.

Parlate di nuovo con Melichar. Sarà ora segnato sulla vostra mappa come obiettivo principale e starà camminando per il villaggio.

Ditegli che volete aiutare e vi farà entrare nel fienile dove si trova il prigioniero. Dovrebbe portarvi da lui, altrimenti andate più in basso nella mappa:

Una volta nel fienile, interagite con il prigioniero per dargli la pozione. Avanzate il tempo per 6 ore (Usate la funzione “Aspetta” dentro il fienile). Dopodichè parlate di nuovo con il prigioniero, così potrete interrogarlo.

Scoprite dal prigioniero da dove provengono le monete contraffatte (OPZIONALE)

Mentre interrogate il prigioniero, assicuratevi di esaurire tutte le opzioni di dialogo. Chiedetegli delle monete contraffatte.

Dopo averlo fatto, farà irruzione nel fienile un abitante del villaggio su tutte le furie che vorrà ucciderlo, si tratta di Straw. Fatelo ragionare con il dialogo “Parliamone” –> “Non volete diventare un assassino”.

Dopo aver “salvato” il prigioniero, trasportatelo alla prigione di Rattay. Lasciate la prigione e avrete un nuovo obiettivo.

Tornate da Radzig nel suo campo. Questo conclude la missione. Godetevi una bella cutscene con Radzig.

Tutto ciò che luccica

Tutto ciò che luccica è la sedicesima missione principale di KCD e si attiva dopo aver completato Domande e Risposte.

Supponiamo che precedentemente abbiate curato tutti gli abitanti di Merhojed affliatti dalla peste e che abbiate interrogato il prigioniero. Se il prigioniero fosse morto, dovreste cercare la sua lettera e portarla a Radzig. In questo caso, il primo obiettivo della missione sarebbe leggermente diverso, dovrete andare alla locanda di Sasau e parlare con il locandiere. Se avete agito interrogando il prigioniero, potete saltare questo passaggio.

Per iniziare (o proseguire) recatevi al segno sulla mappa, all’incrocio nelle foreste appena sopra Rovna. Quiin mezzo all’incrocio, c’è un vagone, un cadavere e del sangue. Indagate sul sangue e seguite le rotaie lungo la strada. Vi condurranno in un campo di carbonai. Parlate con uno di loro. Vi diranno di di andare a parlare con Borya, anch’egli nel campo. Ha una statistica di “Parlantina” uguale ad 8 e “forza” a 11. Quando cercate di convincerlo cercate di scegliere il dialogo che vi farà vincere la “sfida” tra le statistiche. Vi dirà di un uomo ferito che ha salvato dal vagone e che si sta nascondendo nel capanno. Se riuscirete a persuaderlo, vi darà lui stesso la chiave del capanno.

A questo punto, andate nel capanno e parlate con l’umo ferito ed esaurite tutte le opzioni di dialogo. Alla fine del dialogo scatterà una scena in cui si vede un cavaliere irrompere nel campo. Salite immediatamente sul vostro cavallo e inseguitelo. Per fermarlo dovrete semplicemente andargli addosso con il cavallo, in questo modo cadrà e potrete affrontarlo. Il modo migliore per sconfiggere il cavaliere misterioso è quello di scoccare un paio di frecce, meglio se in testa.

Quando si arrenderà, assicuratevi di parlargli. Scoprirete che è dalla vostra parte e che anche lui è a caccia dei contraffattori e vi dirà quello che sa se vi offrirete di consegnare dei documenti al suo posto.

Occhio alla penna: se lasciate scappare ilo cavaliere, dovrete aspettarlo alla locanda di Sasau e avanzare fino al giorno dopo in cui ritroverete il cavaliere seduto sulle scale o in giro per la locanda. Dovrete riaffrontarlo, finchè non riuscirete ad ottenere le informazioni che vi servono.

Adesso tornate a Rattay e parlate con Tobias Feyar, che è nel castello inferiore e esaurite tutte le opzioni di dialogo.

Ora dovete parlare con mastro fresco, che si trova alla locanda di Sasau. Si farà vivo alle 7 di sera. Dopo aver parlato con lui, dovrete parlare con il sovrintendente, il cui ufficio sarà segnato sulla mappa, nell’angolo nel piano sopra il monastero. Poi parlate con il suo assistente, occhio che ha 12 di carisma e 5 di forza, sfidatelo sul terreno a voi congeniale.

Se non avete avuto le informazioni che vi servono nell’ufficio del sovrintendente, dovete parlare con il fabbro Zach vicino al monastero (compare durante il giorno). In seguito, controllate il capanno dietro la sua fucina per trovare il rame rubato e affrontarlo. Ha 8 di carisma e 9 di forza. Se non riuscite a persuaderlo, vi manderà a fare la missione secondaria “Scosso”. Completatela e tornate da lui per ottenere quello che vi serve.

A questo punto, andate a Sud di Sasau e parlate con Mastro Feyfar, segnato sulla mappa. Vi manderà ad un laboratorio a nord di Sasau. Andateci e parlate con il ragazzo di sopra (durante il giorno). Finite il dialogo, non importa cosa gli direte.

Andate a casa di Florian e parlateci. Dovreste cercare di persuaderlo (ha 9 di carisma e 8 di parlantina), se ci riuscirete vi darà le info che cercate e vi dirà di un ragazzo, Rapota, che lo stalkera da un po’ di tempo. Se non avete le stat abbastanza alte da persuadere Florian, dovrete salvare Esther, in questo caso inizierà la missione secondario Damigella in pericolo. Salvate la ragazza e tornate da Florian.

Florian vi ha quindi detto che Rapota è un vero e proprio stalker, lo segue dappertutto e lo spia quando è a casa. Avanzate fino all 7 del mattino e vedrete Rapota appoggiato ad una staccionata davanti a casa di Florian.

Parlateci e scapperà. Corretegli velocemente dietro. Si fermerà davanti ad un cavallo, potete semplicemente corrergli incontro e si fermerà proprio lì. Se non riuscite, prendete il vostro cavallo e inseguitelo. Meglio andargli davanti perchè sarà più difficile (se non impossibile) prenderlo da dietro (eheh).

ATTENZIONE: Affrontare questo passaggio solo se avete almeno 13 di parlantina.

Ulrich cercherà di uccidere il vostro bersaglio, Jezhek di Ronow, che state cercando catturare vivo per interrogarlo. Quindi dovrete persuadere Ulrich per lasciarlo andare vivo. Se fallirete, dovrete affrontare Ulrich e sarà più difficile che affrontare Jezhek, per cui fate attenzione a non sbagliare! Se avete buone stat, Jezhek si arrenderà e non dovrete aùsfidarlo.

Per ottenere il trofeo Misericordioso, non parlate con Ulrich se avete meno di 13 in parlantina, altrimenti dovrete ucciderlo più avanti durante la missione!

Andate alla miniera a Sud di Skalitz, è segnato sulla mappa.

Entrate nel tunnel della miniera. poi andate subito alla fine del tunnel senza girare mai, solo dritto a voi. Scattaerà a questo punto una cutscene .

Consiglio: bevete una grappa per poter effettuare un salvataggio prima della fine del tunnel.

In fondo al tunnel incontrerete Jezhek di Ronow dietro il laboratorio di contraffazione. Persuaderlo sarà un’impresa. Probabilmente vi scontrerete con lui, ma quando avrà poca salute, si arrenderà di sua sponte.

BOSS FIGHT contro Jezhek di Ronow

La strategia migliore è quella di usare arco e frecce. C’è un piccolo riparo di legno da cui scoccarle a sinistra dell’area, andate lì dietro ed iniziate a colpirlo, possibilmente in testa. 4-6 frecce dovrebbero bastare. E’ un’area molto piccola e probabilmente vi colpirà un paio di volte, consigliamo di indossare un’armatura pesante per questo scontro. Ricordatevi che per non ucciderlo, dovrete fermarvi quando si arrenderà.

Dopo averlo catturato vivo, vedrete un filmato. Tornerete a Sasau. Tornate a Rattay e parlate con Radzig. Jezhek sarà messo in prigione.
Radzig vi dirà che le chiavi della cella ce le ha il Capitano Bernard. Potete trovarlo all’arena di combattimento vicino alla parte alta del castello, di solito tra le 11 e le 16.

Ora che avete le chiavi, andate alle celle della prigione. Questa si trova nei sotteranei, potete entrare attraverso la porta a destra nel cortile tra l’armeria e la farmacia, poi scendete le scale, Se la porta fosse chiusa, potreste raggiungere le prigioni salendo a casa dello scriba e poi riscendendo da un’altra porta direttamente alle segrete.

Jezhek si trova nell’ultima cella, apritela usando la chiave e parlategli. A questo punto tornate da Sir Radzig per fare rapporto e spiegargli cosa avete appreso dall’interrogatorio con Jezhek. La missione è conclusa.

Se non puoi batterli…

La seguente guida vi mostrerà il percorso più rapido per completare la missione Se non puoi batterli… e presume che, al termine della missione Tutto ciò che luccica abbiate catturato Jezhek di Ronow e lo abbiate interrogato nella prigione.

Esistono molteplici modi per risolvere la missione ma, come detto, vedremo solo il più veloce.

Tutti gli obiettivi e le persone con cui dovete parlare durante questa missione sono segnati sulla mappa, per cui non dovrete perdere tempo in inutili ricerche. Inizialmente dovrete parlate con il balivo e i due locandieri di Sasau ma, per velocizzare, è sufficiente rivolgersi al balivo. Durante il giorno è possibile trovarlo nella casa dello scriba; selezionate l’opzione di dialogo che fa riferimento al reclutamento di banditi.
Il balivo vi indirizzerà quindi dai conciatori di Sasau. Uscite da Sasau e recatevi nella casa del conciatore, nella zona sudovest della mappa (quella con l’icona della pelle di animale, per intenderci) e parlategli. A quanto pare, nel retro, la notte combattono dei lottatori. Potrete convincerlo a prendere parte alle lotte (scegliete l’opzione di dialogo con la spada). Lottare non è indispensabile per il completamento della missione, ma vi procurerà un discreto gruzzolo: 95 groschen.

Andate a parlare coi combattenti per raccogliere le informazioni che vi servono ma, come sempre, non sarà immediata la cosa: parlate con “Pugno”, il capo dei lottatori e scoprirete che per fargli vuotare il sacco dovrete sconfiggerlo. Tutto molto facile, vero? Sbagliato. Prima di menare il capo, dovrete sconfiggere altri quattro lottatori. Fatelo e affronterete Pugno.
Il bestione è un osso duro: contrariamente ai quattro sgherri, ha molta vitalità, per cui dovrete armarvi di pazienza (il combattimento potrebbe durare diversi minuti).
Una volta sconfitto, l’uomo resterà accasciato al suolo per uno o due minuti; attendete pazientemente che riprenda i sensi. Parlategli e otterrete le informazioni sui banditi: pare che essi si riuniscano la notte nella chiesa.

Attendete la notte per agire col favore delle tenebre. Raggiungete la chiesa lì vicino (quella con la stella gialla nella mappa) e, quando vedrete una luce biancastra provenire da una finestra, recatevi al santuario, pregate e osservate la scena d’intermezzo: i famigerati banditi faranno la loro comparsa. Ben presto scoprirete che, per unirvi a loro, dovrete completare un incarico per loro… Il fine, si sa, giustifica i mezzi, per cui non potrete fare altro che accettare e iniziare la missione principale Povertà, Castità ed Obbedienza.

Povertà, castità ed obbedienza

Povertà, castità ed obbedienza è la diciottesima missione principale di KCD, disponibile subito dopo la fine di Se non puoi batterli…. Preparatevi perchè sarà una missione facile e veloce.

Appena inizia la missione, avrete 2 obiettivi. Tornate prima da Radzig. Si trova nella parte bassa del castello di Rattay dove l’avte incontrato parecchie volte in passato. parlategli e spiegategli cosa avete scoperto nell’ultima missione. Vi manderà in una missione sotto copertura al monastero di Sasau.

Una volta a Sasau, dirigetevi alla locanda. Qui all’interno o all’esterno trovate un ragazzo di nome Karl con vestiti sgargianti e un cappello verde a punta. Parlategli, vi dirà che non può dirvi niente perchè la sua guardia non lo perde di vista un attimo.

Se siete all’interno della locanda, probabilmente la sua guardia è seduta accanto a lui, lo riconoscete perchè ha dei vestiti sul rosso-marrone. Parlate con lui e cercate di persuaderlo. Ha 10 di Parlantina e 11 di Carisma. Queste sono le migliori opzioni per liberarvi di lui. Consigliamo le prima poiché vi farà giocare a dadi contro di lui.

Se doveste avere entrambe le caratteristiche più basse delle sue, andategli alle spalle e mettetelo KO. Rapidamente depredate il corpo o tutto l’inventario per ottenere l’oggetto Pass per il monastero. Correte subito via per non farvi arrestare, a questo punto potete andare subito al monastero.

Altrimenti, se avete avuto successo nel dialogo, dovete giocare a dadi contro Manfred. Ora Manfred sarà ubriaco e andrà a dormire nel suo letto. Con Manfred fuori dai giochi, potete finalmente parlare con Karl. Vi dirà come mai deve essere portato al monastero e vi chiederà di scambiarvi di posto, cosicchè potrete andare voi stessi al monastero. Karl vi dirà come rubare la borsa e il pass dalla guardia Manfred. Quest’ultima starà dormendo al piano superiore della locanda, nella stanza a sinistra. Mentre siete lì premete L2/LB per stordirlo. Depredatelo per completare i vostri obiettivi.

A questo punto, dovreste scendere di nuovo le scale e dare la borsa a Karl, così scapperà e non v i causerà problemi in futuro. Ora andate al Monastero a Nord di Sasau e parlate con Fratello Porter, il ragazzo con il saio nero nel cortile (lo trovate di giorno). Vi dirà di posare tutti i vostri averi e di mettere un saio. Fatelo.

A molti utenti, posare le armi e tutti gli oggetti, ha causato la perdita permanente di tali oggetti. Si tratta dii un bug, quindi vi consigliamo andare al mulino di Rattay per depositare tutti i vostri beni nel cesto affianco al vostro letto, poco prima di dovervi mettre il saio.

Tornate al monastero e andate nella stanza all’angolo del cortile e interagite con la cesta per mettervi il saio. Partirà un filmato sulla vostra iniziazione.

Sbloccherete inoltre il trofeo Monaco.

Un ago in un pagliaio

Un ago in un pagliaio è la diciannovesima missione principale di KCD, si attiva dopo aver completato Povertà, castità ed obbedienza.

Vedremo come completare la missione nel modo più buono possibile, sempre per ottenere il trofeo Misericordioso.

Dopo il filmato in cui venite iniziati come monaci, frate Antonio verrà a parlarvi; per risparmiare un po’ di tempo vi consigliamo le seguenti scelte di dialogo:

– “Potremmo saltare il giro del monastero?”
– “Grazie di tutto. Darò un’occhiata in giro da solo.”
– “Ci penserò io.”

Appena finito il dialogo, riparlate immediatamente con frate Antonio e scegliete i seguenti dialoghi:

– Digli che stai cercando pious
– “Voglio trovarlo ed ucciderlo”
– “Per favore, non dirgli niente.”

Restate lì dove siete ed avanzate fino alle 11 di mattina. E’ ora di pranzo e vedrete tutti correre in sala da pranzo per mangiare, basta seguirli e raggiungerete la vostra posizione.

Sedetevi dove vedete del cibo e inizierete a mangiare automaticamente. Dopo 20-30 secondi alzatevi dal tavolo e vedrete un avviso che vi informa che siete stati avvelenati!

Camminate un po’ e dopo qualche secondo sverrete. Ora Antonio verrà a parlarvi. Scegliete i seguenti dialoghi:
– “Che affare?”
– “Sono d’accordo”
– “D’accordo. Facciamo come vuoi tu”
– “Cosa farai tu?”
– “Dove posso trovare del sangue nel monastero?”
– “A cosa servono le chiavi?”
– “So tutto quello che c’è da sapere. Posso mettermi all’opera”

Quindi vi chiederete, “Chi è Pious?” Ma è ovvio, Antonio è Pious!! Poichè poco prima gli avevate detto di aver intenzione di uccidere Pious e si è spaventato e ha cercato di avvelenarvi. Sperava che il veleno vi uccidesse. Quindi abbiamo accettato il suo piano per uscire vivi dal chiostro, ma alla fine lo arresteremo, non vi preoccupate;)

Dopo aver parlato con Antonio (Pious), riposatevi fino alle 23, così vi riprenderete e potrete andare a prendere io sangue e le chiavi. Alle 23, andate nel retro della cucina. Qui vicino alla porta della dispensa c’è un tavolo, sopra c’è un pezzo carta o l’oggetto “otre pieno di sangue”. Se c’è quest’ultima prendetela, altrimenti ordinate il sangue scrivendolo sulla carta e sarà pronto il giorno dopo. Ma non andatevene ancora, entrate nella dispensa per le chiavi.

Una volta dentro la dispensa, entrate in una seconda porta che conduce ad una dispensa più piccola. Verso il fondo di quest’ultima, c’è uno scaffale e nonostante sia buoi pesto, vi assicuriamo che lì ci sono le chiavi!

Dopo aver recuperato sangue e chiavi, andate a dormire e aspettate fino al mattino seguente. Andate a parlare con Antonio/Pious e guardate come fa cadere il sangue dal balcone per inscenare la sua morte. Ora seguitelo fuori. Aprirà la porta che conduce fuori. Una volta fuori gli parlerete automaticamente. Scegliete il seguente dialogo:

– “Non posso lasciarti. Ti devo portare del balivo”

Inizierà, quindi, una scazzottata con Antonio. Stendetelo e vedrete un filmato in cui lo consegnerete al balivo. La missione è conclusa.

Il dado è tratto

Il Dado è Tratto è la ventesima missione principale di KCD, si attiva automaticamente alla conclusione di Un Ago in un Pagliaio.

IMPORTANTE: durante questa missione perderete tutto quello che avete nell’inventario, per cui consigliamo vivamente di depositare tutto ciò che avete in uno dei vostri depositi, come ad esempio nel mulino di Rattay. In ogni caso, potreste recuperare tutto nella prossima missione ma è meglio depositare tutto subito.

Andate nelle paludi, a nord-est di Sasau, nel posto segnato sulla mappa. Potete attraversare il fiume vicino alle due case di Miller.

Una volta arrivati, vedrete 3 ceppi in cui sedersi ed in mezzo del terreno bruciato. Accendete il fuoco e farete partire un filmato.

Dopo il filmato, i banditi vi parleranno. L’esito dipende da come avete affrontato la missione Un ago in un pagliaio (Se avete ucciso / arrestato / lasciato andare Pious).

Dando per scontato che abbiate lasciato tutti i vostri oggetti prima di iniziare, non ci sarà niente da parlare. Infatti, i banditi vi attaccheranno direttamente poichè non avete prove della morte di Pious. Se doveste avere possibilità di dire qualcosa, scegliete “Non aveva niente con sè!”. E poi vi attaccheranno.

Se cercate di non uccidere nessuno, chiamate il vostro cavallo e scappate, altrimenti non abbiate pietà e uccidete quei marrani!

Modi alternativi: Se avete ucciso Pious, date ai banditi le prove che cercano, oppure potete pagarli (Attenzione perchè vorranno metà dei vostri soldi.)
Se sarete scappati, dovrete scoprire da voi dove si nascondono i banditi, ma non preoccupatevi: ci siamo noi apposta!

Il campo dei banditi è a sud-est della mappa. Una volta superate le colline a Sud di Sasau, sarete arrivati. Il luogo si chiama “Vranik”.

Dirigetevi al cancello principale di Vranik attraverso il punto di viaggio veloce e interagite con la porta. Una guardi vi chiederà cosa volete, rispondete così:

– “Voglio entrare”
– “Porto con me un messaggio urgente!”

Ora potete entrare, anche senza conoscere la parola d’ordine.

Prima di continuare la missione, consigliamo di esplorare il campo, vi sarà utile dopo. Prima di andare a parlare con Erik, guardate i soldati e le tende nel campo, sentirete Henry fare dei commenti. Continuate finchè l’obiettivo non sarà completo. La maggior parte delle info le otterrete nel retro del campo (mura basse, tende di qualità, molti soldati).

Ora andate a parlare con Erik, nell’edificio più in alto. Dite “So come si usa la spada” e vi farà allenare con il mastro di spada. Egli si trova al campo. Se ricordate, è lo stesso uomo che vi ha dato lezioni a Skalitz. Quando gli parlate , ditegli “Non ti conosco” e lui non vi riconoscerà. Fate un piccolo duello con lui, potete anche farvi battere, non importa. Non vi ucciderà e la vostra salute si rigenererà.

Tornate da Erik, partirà un filmato una volta entrati nell’edificio.

<u>Ora perderete tutto quello che avete nell’inventario e tutto ciò che state trasportando sfruttando il vostro amico Pebbles, occhio.</u>

Dopo il filmato, una vostra vecchia conoscenza verrà in vostro aiuto (Zbyshek, il ragazzo che non volle darvi lezioni di spada a Skalitz). Parlate con lui e alla fine scegliete “Ok, andiamo” per accettare il suo aiuto.

Ora dovete scappare dal campo, potete farlo semplicemente correndo al punto segnato sulla vostra mappa. C’è un muro basso che potete scavalcare, ma da adesso le guardie vi saranno addosso. Dopodichè, girate a destra e camminate giù per la collina in direzione del segno della prossima missione. Non correte direttamente giù dalla collina o cadrete, cercate di andare in diagonale. In questo modo, seminerete automaticamente i nemici che vi inseguono, per cui non preoccupatevi di loro.

Una volta raggiunto il segno sulla mappa (se non siete morti scendendo dalla collina), partirà un dialogo con Zbyshek. Dite:

– “Un patto è un patto”

Partirà un filmato e sarete portati da Sir Radzig automaticamente. Mentre parlate con Radzig, ditegli che Zbyshek vi ha salvato la vita, così potrete ripagarlo.

La missione è conclusa.

Rivincita

La missione si attiva automaticamente al termine di Il dado è tratto. Se prima della suddetta missione avevate depositato il vostro equipaggiamento, recuperatelo dalla scatola nella camera. Uscite e parlate col Capitano Bernard, il quale vi darà la chiave per l’armeria di Pirkstein.
A prescindere dal fatto che abbiate o meno perduto l’equipaggiamento nella missione precedente, vi conviene fare un salto in armeria, poiché potrete ottenere un’armatura nuova.

Il prossimo step sarà un obiettivo a tempo, per cui premuratevi di completarlo quanto prima. Se attenderete troppo, sarà game over. Occhio alla penna, dunque. Usate il viaggio rapido per raggiungere Talmberg e parlate con Divish. Solitamente si trova nel piano superiore del castello, ma essendo segnato sulla mappa lo troverete senza problemi. Parlandogli, l’assedio inizierà seduta stante, quindi assicuratevi di aver equipaggiato le armi e le armature che più vi aggradano.
A questo punto dovrete fare irruzione nell’accampamento. Limitatevi a seguire i vostri alleati e osservateli mentre sfondano il cancello con l’ariete.
Qualora voleste conseguire il trofeo “Misericordioso”, vi ricordo che non dovrete uccidere nessuno, quindi lasciate fare ai vostri alleati!

Continuate ad avanzare nell’accampamento bruciato, fino a raggiungere la seconda entrata; a questo punto si attiverà il prossimo obiettivo ma, prima di proseguire, vi consiglio di approfittarne per saccheggiare i cadavere dei caduti (i pettorali delle loro armature possono essere venduti per raggranellare parecchi groschen).
Avanzate e osservate i vostri alleati fare tabula rasa di banditi, fino a raggiungere il cancello principale. Se dovete ancora recuperare parte dell’equipaggiamento che i banditi vi hanno sottratto in precedenza, questo è il momento giusto: entrate nella costruzione più grande sulla cima della collina e troverete il maltolto in un forziere.

Sempre nella stessa stanza, sul tavolo troverete la Lettera da Vranik, che dovrete raccogliere e consegnare a Sir Radzig. Così facendo, la missione corrente terminerà e inizierà quella successiva.

Dalla padella…

Dalla Padella… è la ventiduesima missione principale di KCD, inizia subito dopo la fine di Rivincita

Questa sarà la missione più breve di tutto il gioco, durerà solo 15 secondi. Apperò! Dopo il filmato, vi ritroverete davanti al cancello di Talmberg. Correte intorno le case e salite sulla collina alla vostra destra. Sopra il cancello troverete una piccola torre di guardia, dentro troverete i controlli del ponte levatoio. Non dovete combattere contro nessuno durante il tragitto, correte oltre.

Una volta attivati i controlli del ponte, la missione sarà finita.

Incursione notturna

Incursione Notturna è la 23esima missione principale di KCD, inizierà subito dopo la missione Dalla Padella….

In questa missione fallirete. Per fortuna ci vorrà solo 1 minuto affinchè accada. Preparatevi a fallire. Appena iniziate, vedrete il Capitano Robard. Parlategli per iniziare l’incursione notturna.

Seguite il gruppo, metteranno una scala appoggiata alle mura del castello e automaticamente saliranno e uccideranno le sentinelle. Salite sulle scale dopo di loro e sarete infiltrati nel castello di Talmberg.

Ci sono 2 modi per completare la missione, ma guarderemo solo il più veloce e semplice.

Il modo più semplice di finire la missione è farsi beccare subito dai nemici e in seguito correre indietro fino alla scala. Ciò porrà subito fine alla missione.

Complimenti, avete raggiunto l’obiettivo!

Assedio

Assedio è la 24esima missione principale di KCD ed inizia subito dopo aver concluso la missione Incursione Notturna.

In questa guida, vi faremo fare tutti gli obiettivi della missione per poter sbloccare il trofeo Cittadino di Talmberg ma anche per guadagnare bei soldoni.

Per completare questa missione, quindi, dovremo prima completare 3 missioni secondarie e 3 primarie che sbloccheranno la fine di questa. Per cui, diamoci da fare!

Per iniziare, parlate con il Capitano Robard, per ottenere tutti gli obiettivi secondari, scegliete questi dialoghi:

– “Sembra un po’ incerto”
– esaurite tutte le altre opzioni di dialogo
– “Posso aiutarvi in qualcosa?” (Sbloccherà l’obiettivo “chiedi ai carbonai se hanno della pece”)

Ora andate a parlare con Feyfar. Offritevi di aiutarlo nella ricerca di Konrad Kyeser, un ingegnere di macchine da guerra andato a Sasau. Questo sblocca la missione secondaria “Missilista”, che vi consigliamo di fare subito per ottenere il trabucco utile per l’assedio

A questo punto andate dal quartiermastro, che vi farà fare un paio di commissioni: utili per il trofeo Cittadino di Talmberg.

– Dovrete procurarvi della carne: il modo più semplice è quello di andare a comprarla nelle taverne. Se comprate quella più economica vi verrà a costare circa 60 groschen, ma non preoccupatevi perchè vi ricompenserà con 90 Groschen
– Adesso è il turno della birra. L’unica taverna disposta a spedire la birra al campo è la “Locanda nella radura”. Per farlo dovrete persuadere il locandiere; attenzione perchè ha statistiche molto alte e vi servirà almeno la statistica “Parlantina” a 16-18 per convincerlo. Una volta che sarete riusciti a convincerlo, tornate dal Quartiermastro che vi darà altri 90 Groschen per lo sforzo.

Ora andate al campo vicino Talmberg per parlare con Sir Divish, che vi dirà di cercare un Medico che si trova al monastero sulla via di Talmberg. Andate a Sasau in cui Frate Nicodemus vi farà prima parlare con Johanka per sbloccare la missione secondaria Nelle mani di Dio, se non lo fate, Nicodemus non vi aiuterà.

Dopo aver completato la missione secondaria Nelle mani di Dio, andate a parlare di nuovo con Nicodemus, ora che i malati sono guariti ha tempo per venire con voi a Talmberg.

Andate a Uzhitz e parlate con padre Godwin. Se avrete bevuto con lui nella missione Le vie del Signore, sarà ben disposto ad aiutarvi. Altrimenti, dovrete persuaderlo con il dialogo. Prima di parlarci, consigliamo di bere una “Pozione del Bardo” per aumentare la stat Parlantina e mentre ci parlate vedrete una schermata di Successo o Fallimento, a seconda di come siete andati. Se fallite, caricate da un salvataggio precedente al dialogo o potete andare a Rovna per reclutare il Prete Simon. Quest’ultimo si troverà a Ravna solo se avrete completato la missione secondaria Un uomo di chiesa, sottomissione di Nelle mani di Dio.

A questo punto potete tornare dal Capitano Bernard, parlategli e vi darà un nuoco obiettivo. Trovare un erborista che possa coltivare qualcosa per restare svegli.

Sulla mappa saranno segnati 3 erboristi

Dovrete procurarvi le seguenti erbe:

– 120x menta: si trova difficilmente in natura, piuttosto vicino alle case o negli orti
– 60x valeriana: si può trovare nelle strade che portano alle foreste o ovunque ci sia del terreno umido
– 12x assenzio: abbondante ai lati delle strade o nei campi.

Per farla semplice, potete andare da qualsiasi erborista o farmacia e comprare quello che vi serve. Inoltre quasi ogni erborista ha un giardino da cui potete raccogliere delle erbe.

L’assenzio sarà facile da reperire, potrete comprarne 10 dalla prima erborista e i restanti 2 da qualunque altro troverete in giro.

Quando avrete raccolto il necessario, tornate dalla prima erborista con cui avete parlato. Dovrete aspettare 2 giorni prima che la pozione sia pronta. Quando è pronta portatela al capitano Bernard che vi ricompenserà con 325 Groschen 😉

A questo punto dovrete chiedere ai carbonai se hanno della pece, andate al campo segnato sulla mappa tra Neuhof e Talmberg. Accettano di buon grado se mandi qualcuno a prendere la pece. Per questo tornate dal Quartiermastro che manderà qualcuno a prenderla.

Questi erano tutti gli obiettivi opzionali, utili per sbloccare il trofeo Cittadino di Talmberg.

Se avrete completato tutti gli obiettivi in questo ordine, il trabucco sarà pronto, altrimenti parlate un’altra volta con Feyfar per proseguire con la missione. Ci vogliono 2 giorni per costruirlo a partire dal momento in cui avrete accompagnato konrad Keyser a Talmberg. Ora è tempo di provarlo, andate nella tenda centrale del campo per iniziare lo Show!

Facendo ciò, sbloccherete la missione Acciaio freddo, sangue caldo. Per poter completare la missione Assedio, dovrete completarla insieme alle missioni Valori di Famiglia e Una promessa è una promessa. Durante quest’ultima dovrete parlare con il Capitano Robard, facendolo concluderete questa missione.

Acciaio freddo, sangue caldo

Acciaio Freddo, Sangue Caldo è la 25esima missione principale di KCD e si attiva durante la missione Assedio ed è fondamentale completarla proprio durante quest’ultima.

Quando siete pronti, dirigetevi al campo di battaglia a nord-ovest di Talmberg. Andateci e lo schermo diventerà nero, aspettate nascosti tra i cespugli con i vostri soldati aspettando che i nemici vi attacchino. Sconfiggeteli tutti!

Se state cercando di ottenere il trofeo Misericordioso attaccateli solo con i vostri pugni, in questo modo li metterete fuori gioco senza ucciderli.

Dopo la prima ondata di nemici, ce ne sarà un’altra. Seguite i soldati o il rumore dello scontro, vicino troverete Hanush, pochi metri dopo aver attraversato il ponte dove avete appena combattuto. Lo scontro durerà poco.

Alla fine della battaglia, la missione sarà completa.

Valori di famiglia

Valori di Famiglia è la 26esima missione principale di KCD e si attiverà durante la missione Assedio.

All’inizio, dovrete immediatamente correre al campo sopra la collina e aiutare a sconfiggere i soldati attorno al trabucco. I vostri alleati faranno tutto il lavoro, ma potrete stordirne qualcuno con i vostri pugni (se state cercando di ottenere il trofeo Misericordioso). Dopo che li avrete sconfitti, ci sarà un filmato.

Andate nella tenda bianca segnata sulla mappa. Ascoltate per un momento e poi entrate per interrogare Erik. Persuadetelo come al solito, ci sono 4 opzioni da esaurire (occhio alla penna, ha 12 di Parlantina)

Per il trofeo bronze Freud, dovrete scoprire tutto sul passato di Erik esaurendo tutte e 4 le opzioni di dialogo sopra citate. Sotto potete vederle nello specifico:

– “Chi è Toth?”
– “Come l’hai conosciuto?”
– “Cosa state cercando?”
– “Quanti uomini ha nel castello?”

Riceverete anche 225 Groschen alla fine dell’interrogatorio. Dopo il filmato avrete completato la missione.

Una promessa è una promessa

Una Promessa è una Promessa è la 27esima missione principale di KCD e si attiverà durante la missione Assedio, dopo aver completato Valori di Famiglia.
Durante questa missione, completerete la missione Assedio.

Parlate con Sir Divish e vi dirà che dovrete essere voi il primo a provare il trabucco, figata! Guardate i soldati caricare il trabucco per voi. Ci vuole un minuto ma è interessante guardarli all’opera. Quando avranno finito potrete tirare la leva e vedrete partire la roccia. Ora andate a parlare con Sir Robard. Vi dirà di aspettare 2 giorni prima di poter bombardare la città.

Dopo aver aspettato, tornate di Robard e ditegli che site pronti: inizia l’assedio! Dovrete essere pronti ed avere il giusto equipaggiamento, Energia e Nutrimento, mi raccomando. (Questo porrà fine alla missione Assedio.)

Correte alle mura e salite sulle scale, sono nella stessa posizione in cui erano nella missione Incursione Notturna. A questo punto dovrete sconfiggere tutti i nemici.

Come sempre, se cercate di ottenere il trofeo Misericordioso, lasciate fare il lavoro sporco agli altri, non c’è modo di fallire la missione, se non con la vostra morte, state attenti a non morire.

Altrimenti, uccideteli tutti!

Una volta che il castello di Talmberg è stato preso, dovete cavalcare a Skalitz con Sir Hans Capon per salvare Sir Radzig. Cavalcate vicino a lui fino a Skalitz. Lo schermo diventerà nero e vedrete una serie di filmati. La missione è completa.

Vendetta

Vendetta è una missione che vi accompagna per tutto il gioco. Ha inizio mentre accettate di fare la missione Allenati duramente, combatti facilmente e non è una vera e propria missione perchè gli obiettivi saranno completati mentre completerete le altre quest. In pratica è la storia in sè. Infatti, il vostro obiettivo ultimo è vendicare la morte dei vostri genitori e punire Markvart von Aulitz, il responsabile delle loro uccisioni.

Quindi, completate la storia principale per finire questa missione. Niente di più.

Tuttavia, è anche molto strano perchè non potrete ottenere la spada di vostro padre o uccidere Markvart von Aulitz. Non lo incontrerete mai di persona (viene mostrato in un filmato durante la prima missione).

Un obiettivo di questa missione è quello di uccidere Runt e lo farete durante la missione Il Battesimo del fuoco.

Concludendo questa missione, insieme alla missione Epilogo, concluderete la storia principale senza poter appunto recuperare la spada di vostro padre o uccidere Markvart von Aulitz.

Alla prossima missione per la fine di questo fantastico gioco!

Epilogo

Andate nella parte alta del castello, partirà un filmato. Dopo questo parlate con Sir Radzig che sarà di fronte a voi. Prendete la lettera da Margrave Jobst, che si trova seduto ad un tavolo nella vostra stessa stanza. Partirà un’altra cutscene. Dopodichè riceverete il seguente messaggio a schermo:

Congratulazioni! Avete completato la storia principale. Se volete, potete ancora affrontare le missioni e le attività secondarie o semplicemente girovagare. Potete porre fine al gioco semplicemente unendovi alla squadra di Sir Hans Capon” (o una roba del genere)

Se decidete di porre fine al gioco, seguite Sir Capon, è una lunga cavalcata (ci vorranno circa 10 minuti per completarla). Ai confini della mappa, Capon scenderà da cavallo. Parlategli e dite “Sicuro” per porre fine una volta per tutte alla storia. Se avete seguito la nostra guida,
sbloccherete i seguenti trofei:

– bronze Vergine – completate il gioco senza mai, beh avete capito
– 77_trophy La fine – Completate la storia principale
– 92_trophy Misericordioso – Non uccidere nessuno durante la storia principale (Tranne Runt)

Questo pone fine alla missione e alla storia principale. Inoltre pone fine anche alla missione Vendetta che vi ha accompagnato per tutto il tempo.

Vedrete ora una schermata di “Fine” e potrete caricare un vecchio salvataggio, antecedente alla scelta di unirvi alla squadra di Capon, per continuare a fare le missione che avete mancato o semplicemente per esplorare.

Congratulazioni! Avete completato Kingdom Come Deliverance. Speriamo vi sia piaciuto il gioco, ma soprattutto questa guida. Alla prossima!

 

Missioni secondarie

Il buon ladro

Il buon ladro è un’utilissima missione secondaria, che vi consiglio di affrontare non appena possibile.
Durante la missione, infatti, verrete istruiti su come borseggiare, scassinare le serrature e, cosa non da meno, potrete finalmente vendere gli oggetti rubati.

Come sbloccare la missione?

Parlate col mugnaio di Rattay, Peshek, fuori dal mulino. Parlategli e accettate di aiutarlo, senza pagarlo. Mi spiego meglio: dato che Peshek vi ha salvato la vita, potreste essere spinti a pagare i 50 groschen per il disturbo, ma non è la cosa migliore da fare. Offritevi e aiutatelo nel rubare l’anello che gli sta tanto a cuore. In questo modo il vostro debito verrà saldato e buona notte al secchio.

Walkthrough

Parlate con Miller Peshek e accettate la missione
Raccogliete la vanga che si trova sul carro di fronte casa sua
Parlate di nuovo con Miller Peshek e chiedetegli di insegnarvi a scassinare
Seguite l’indicatore sulla vostra mappa per Gallows Hill
Dissotterrate il cadavere
Ritornate da Miller Peshek
Introducetevi dentro la casa del Boia e rubate l’anello dal baule
Riportatelo a Mille Peshek e poi consegnatelo al suo amico

Siete pronti? Iniziamo!
Primo step, banalissimo: raccogliete la pala sul carro davanti a casa sua. Vedi immagine qui sotto:

pala_carro

Una volta raccolta la vanga, parlate con Miller Peshek e chiedetegli di insegnarvi a scassinare le serrature. Vi darà qualche grimaldello per mettervi alla prova, quindi fate un po’ di pratica. Una volta terminato, dirigetevi verso il punto segnato sulla mappa.

Raggiungete la casa di Hermann, il boia, facendo molta attenzione a non essere individuati da lui e dai suoi pericolosi mastini, trovate la tomba e scavate.

Dopo aver dissotterrato il cadavere, noterete che l’anello non è dove dovrebbe essere. Tornate dal mugnaio e raccontategli l’accaduto. Le buone notizie non finiscono di certo qui perché dovrete ovviamente procurarvi l’anello. Esistono vari modi per ottenerlo:
1. persuadere il boia a sganciare l’anello (ma vi costerà quantomeno 15 groschen);
2. usare il fischio per attirare il boia fuori di casa, sgattaiolare e rubare l’anello custodito dentro un baule;
3. mentire a Hermann e dire che Peshek lo sta cercando, in modo da farlo uscire di casa e poter agire indisturbati (vedere punto 2);
4. intrufolarvi in casa quando il boia si trova dentro. In questo caso, assicuratevi di chiudere la porta della camera, così potrete agire indisturbati.

Quale che sia la vostra decisione, prendete l’anello e tornate dal mugnaio, il quale vi chiederà di consegnarlo ad un amico. Per ricompensare i vostri sforzi, però verrete istruiti sul borseggio.

Stanchi di tutta questa delinquenza? Sì? Non temete, la missione è agli sgoccioli. Raggiungete il socio di Peshek, a Kohelnitz, e scoprirete che il socio è anch’egli un mugnaio. Ah, questi mugnai briganti! Ad ogni modo la missione si concluderà e potrete vendere ai due soci gli oggetti rubati da qui in avanti.

La penna e la spada

Missione secondaria molto importante perchè potrete imparare a leggere. Requisito fondamentale per il trofeo bronzeDottore della Peste, ottenibile durante la missione secondaria Peste. Per cui, consigliamo vivamente di affrontarla quanto prima.

Per sbloccarla, parlata con lo Scriba di Uzhitz o con chiunque altro sul leggere delle lezioni (vi diranno di visitare lo Scriba).

Cercate lo Scriba a Uzhitz (al centro del villaggio) e ditegli che volete imparare le lezioni. Dovrete pagarlo 50 Groschen, Assicuratevi di non essere nel mezzo di altre missioni, perchè ci vorrà un bel po’ di tempo.

Guardate il filmato che vi fa vedere la prima lezione (guadagnerete 1 punto in Lettura). Dopodichè dovrete sedervi e leggere il libro, in seguito tornare dallo Scriba. Mostrategli che avete capito il messaggio del libro – scegliete l’ultima opzione di dialogo (“L’avidità non paga”).

A questo punto, lo Scriba vi ordinerà di leggere un altro libro, questa volta scritto in Latino. Tornate dall’uomo e scegliete la seconda opzione di dialogo – “Nullus est liber tam malus, ut non aliqua parte prosit”. Come ricompensa per aver letto entrambi i libri, svilupperete la vostra abilità Lettura e completerete la missione. D’ora in poi potrete leggere libri, scritte sui muri e oggetti ecc…

Danza con il diavolo

Durante lo svolgimento della missione principale Le vie del Signore, padre Godwin vi parlerà di una donna dalle bizzarre abituditi; il sacerdote sospetta che ella sia una strega, quindi dovrete indagare e scoprire la verità.
La donna in questione è l’erborista di Uzhitz, per cui non avrete difficoltà nel trovarla. Parlate con Gertrude, questo è il suo nome, e persuadetela a rivelarvi cosa la turba. Gertrude ha dato a tre donne uno strano unguento dalle proprietà bizzarre. Cosa vogliono fare le tre donzelle con l’unguento? Interrogatele e scopritelo, quindi seguitele nei boschi di notte (tra le 22 e le 24). Osservate la scena di intermezzo, al termine della quale verrete drogati e dovrete affrontare dei banditi. Riferite l’accaduto a padre Godwin e la missione terminerà, sbloccando il trofeo Cattive compagnie.

Peste

Peste è una missione secondaria di Kingdom Come Deliverance. Questa missione è molto importante per sbloccare il trofeo bronze Dottore della peste, per farlo dovrete imparare a realizzare una pozione curativa al banco dell’alchimista.

Sbloccherete questa missione durante la quest principale Domande e Risposte.

Occhio alla penna: se non curerete gli abitanti del villaggio, moriranno e le missione secondarie legate a loro non saranno disponibili in futuro. Dovrete completare questa missione nel minor tempo possibile o la gente morirà e sarà solo colpa vostra.

Prima di iniziare dovreste procurarvi i seguenti oggetti:

– 1x Valeriana (Erba), acquistabile presso il farmacista di Rattay (Necessaria per la cura)
– 2x Cardo (Erba), acquistabile presso il farmacista di Rattay (Necessaria per la cura)
– 1x Carbone, acquistabile presso ogni fabbro / fucina (Necessaria per la cura)
– Imparare a leggere completando la missione secondaria La Penna e la Spada
– (OPZIONALE) Grappa del Salvatore (Utile per un trucchetto mentre si realizza la pozione)

Come al solito ora, vi spiegheremo passo passo come affrontare la missione:

Innanzitutto, per sbloccarla dovrete attivare la missione principale Domande e Risposte, solo allora gli abitanti di Merhojed saranno malati. Per cui proseguite nella storia finchè non dovrete parlare con Melichar, il balivo di Merhojed. Vive nella casa situata nella via di fronte alle stalle. Vi dirà che vi aiuterà solo se voi aiuterete lui a combattere la malattia che ha colpito Merhojed. Avrete 2 obiettivi: indagare circa la piaga e parlare con Johanka al monastero di Sasau.

Controllate le 5 case marcate con una croce bianca sulla mappa e parlate con gli abitanti per capire i loro sintomi. Una donna vi chiederà di seppellire il marito. Anche se non accettate, vi darà lo stesso le informazioni che cercate.

A questo punto, avrete tutte le informazioni necessarie per capire di che malattia si tratti.

Ora, andate subito al monastero per parlare con Johanka, che si trova nel cortile. Parlatele e vi dirà di parlare con il fratello Nicodemus, che si trova vicino alla casa alle spalle di Johanka.

Attenzione! Se non avete comprato le erbe in precedenza, dovete assolutamente comprarle da Nicodemus prima di dirgli della piaga che ha afflitto gli abitanti di Merhojed, mi raccomando!

Quando parlerete con Nicodemus, dovrete scegliere questi dialoghi (eventualmente dopo aver comprato le erbe):

– C’è una piaga in Merhojed
– Intrigante, è orribile!
– Circa metà villaggio
– Tutti gli animali
– Lo so
– So leggere (Se avete imparato a leggere durante la missione secondaria La Penna e la Spada che verrà sbloccata dal balivo di Rattay che vive con lo scriba sopra l’armeria)
SE NON SAPETE LEGGERE: descrivete i sintomi della malattia a Nicodemus. Scegliete: Febbre, Dolori di stomaco, Diarrea. In questo caso però mentre Nicodemus cerca la cura potrebbero morire degli abitanti, quindi consigliamo di imparare a leggere (lo sanno fare tutti, no?)
SE SAPETE LEGGERE (NECESSARIO PER IL TROFEO bronze Dottore della peste): Scegliete l’opzione di dialogo “Da dove iniziamo?”, così avanzerete nella missione.

Effettua la giusta diagnosi usando gli ingredienti giusti leggendo il libro di medicina

– Leggete il libro sulla parte sinistra. Sfogliate tutte le pagine un paio di volte
– Dopo aver letto il libro, parlate con Nicodemus e scegliete l’opzione di dialogo “So cosa affligge gli abitanti”
– “Hanno bevuto acqua avvelenata”
– “Posso aiutare”, IMPORTANTE, scegliete questa opzione e realizzate da voi la pozione. Altrimenti lo farà Nicodemus e ci metterà un giorno.
– Ho bisogno che tu curi prima i prigionieri

Preparate la pozione

Per prepararla vi serviranno:

– 1x Valeriana
– 2x Cardo
– 1x Carbone

Potete usare il tavolo dell’alchimista vicino a dove avete letto il libro. A questo punto torna utile la grappa, infatti se la berrete potete fare un salvataggio manuale in caso sbagliasse così da poter riprendere da qui ( ;) ).

Vi scriviamo la pozione passo passo come descritta nel libro dell’alchimista che avete letto in precedenza:

1. Al tavolo, guardate a destra e premete x per leggere il libro. Premete r1 per girare pagina fino alla ricetta “Rimedio Merhojed” e tenete premuto x per piazzare gli ingredienti
2. Mettete l’acqua nel calderone
3. Mettete il cardo direttamente nel calderone (senza usare il mortaio)
4. Mettete il secondo cardo direttamente nel calderone (senza usare il mortaio)
5. fate bollire l’acqua per 2 turni: premete l2 per usare il soffietto esattamente 4 volte di fila per la giusta temperatura. Vedrete le bolle nel calderone quando sta bollendo.
6. Premete r2 per usare la sabbia di vetro
7. dopo 1 turno, usate di nuovo la sabbia di vetro con r2 fino alla fine del secondo turno.
8. Mettete la valeriana nel calderone
9. Premete di nuovo l2 finchè l’acqua non torna a bollire, non oltre.
10. Premete r2 per usare la sabbia di vetro. Dopo 1 turno l’acqua dovrebbe smettere di bollire.
11. Fate raffreddare, fino a far spegnere la fiamma
12. Mettete il carbone nel calderone
13. Prendete una fiala e immergetela nel calderone per riempirla

A questo punto, la pozione è pronta!

Tornate a Merhojed e parlate con Nicodemus, segnato sulla mappa nel mezzo del villaggio.

Curate i malati

Ci sono 5 malati da curare:

1. La moglie di Straw (la donna a cui bada fratello Nicodemus)

2. Bedrishka

3. Daniel

4. Vincent

5. Il bandito prigioniero (dopo aver intrapreso il prossimo passaggio della missione)

Parlate con Melichar

Questa parte della missione si sovrappone con la missione principale Domande e Risposte.

Parlate di nuovo con Melichar. Sarà ora segnato sulla vostra mappa come obiettivo principale e starà camminando per il villaggio.

Ditegli che volete aiutare e vi farà entrare nel fienile dove si trova il prigioniero. Dovrebbe portarvi da lui.

Una volta nel fienile, interagite con il prigioniero per dargli la pozione. Avanzate il tempo per 6 ore (Usate la funzione “Aspetta” dentro il fienile). Dopodichè parlate di nuovo con il prigioniero, così potrete interrogarlo.

Dopo aver finito la missione Domande e risposte, tornate a Merhojed a avanzate di un paio di giorni finchè gli abitanti del villaggio non saranno guariti. Allora, parlate di nuovo con Melichar. Vi ringrazierà per aver salvato tutti e vi darà 125 Groschen come ricompensa e riceverete anche una bella dose di XP per l”Alchimia”, la “Vitalità” e per salire di livello.

Avete sbloccato il trofeo bronze Dottore della peste!

Missilista

Missilista è una missione secondaria di KCD che si attiva durante la missione principale Assedio, dopo aver parlato con Feyfar a Talmberg.

L’obiettivo è portare Konrad Keyser a Talmberg, cosicchè possa costruire il trabucco. Andate al monastero a Nord di Sasau e parlate con uno dei frati nel cortile. Sbloccherete la posizione di Konrad, che si trova in una casa a Nord del giardino del monastero. Sotto lo screeshot con la posizione esatta:

C’è una guardia fuori dalla porta della casa, chiamata Urban. Parlategli e scegliete queste opzioni di dialogo per entrare:

– “Mastro Kyeser vive qui?”
– “Devo parlargli”
– (Persuasione) “Mi manda Tobyas Feyfar”

Quindi andate a parlare con Kyeser ed esaurite tutte le opzioni di dialogo per ottenere 2 nuovi obiettivi. Vi dirà che non può venire con voi perchè ha un contratto per costruire il monastero, per convincerlo dovrete prima completare i prossimi obiettivi.

Avanzate il tempo fino alle 2 di mattina. Troverete Mastro Karel che dorme a casa sua. Andate al piano di sopra e mettetelo fuori gioco soffocandolo, senza ucciderlo. Depredatelo per ottenere 50 Groschen, così non potrà pagare gli i suoi sottoposti. Adesso, aprite il baule che vedete nella stessa stanza con la chiave che avete trovato addosso a Karel per prendere la commissione.

Per proseguire avete due metodi:

Opzione 1 (Veloce ma cara): Dopo aver rubato i Groschen di Karel, avanzate fino al giorno dopo e parlate di nuovo con karel. Vorrà 500 groschen per lasciare Kyeser libero di venire via con voi, ma potrete contrattare e scendere a 450 Groschen. E’ l’opzione più veloce se avete molti soldi con voi.

Opzione 2 (lenta ma economica): tornate da konrad e parlategli. In questo modo potrete falsificare la commissione che avete rubato la notte a Karel, così non dovrete spendere niente e risparmierete 450 Groschen,.ù.

Konrad vi dirà di andare dallo Scriba che sarà a Sasau alle 11 di mattina. Parlategli e falsificherà la commissione, ma ci vorrà almeno un’ora di attesa. Una volta pronta, parlate di nuovo con lo Scriba. Tornate a casa di karel e rimettete via la commissione nel baule da cui l’avete rubata. Dovrete fare questo passaggio prima di parlare con Karel o capirà che è un falso. Andate a parlare con Karel che vi porterà nel suo baule per verificare quello che state dicendo, così vedrà che il sigillo è autentico.

Tornate da Kyeser per farlo venire con voi, vi dirà che non vuole lasciare la casa perchè ci sono degli assassini che vogliono farlo fuori. Per scoprire chi vuole ucciderlo, parlate con qualche guarda al monastero, vi diranno che di giorno si trova alla locanda di Sasau. Parlategli per completare l’obiettivo (l’uomo che state cercando è quello con il cappello verde, Peychar)

Ora tornate a casa di Kyeser e nascondetevi nel fienile accanto. Avanzate il tempo fino alle 24 e vedrete Peychar in piedi davanti a casa di Kyeser. Andategli alle spalle e parlategli (non mettetelo fuori gioco, solo parlategli). Vi dirà che è tutto un malinteso e che non vuole uccidere nessuno.

Andate dentro e parlate con konrad per riferirgli cosa avete scoperto. Vi dirà di incontrarlo al campo di Talmberg. Giunti a destinazione, partirà un filmato. Dopodichè parlate con Feyfar per finire la missione. Come ricompensa, verrà sbloccato il baule presente nella tenda di Feyfar. Andate in pace a prendere il suo contenuto.

Uomo di chiesa

Uomo di Chiesa è una missione secondaria di KCD, legata a doppio filo alle missioni Assedio e Nelle Mani di Dio.

Obiettivo primario della missione è quello di trovare Padre Simon e farlo tornare a Rovna cosìcchè possa aiutare a ricostruire il villaggio. Durante la precedente missione secondaria, avreste dovuto parlare con l’unico superstite di Rovna per sbloccare questa.Nella mappa potete vedere dove andare per farlo.

Dopo aver parlato con in superstite, andate al segno sulla mappa che punta ad una casa a Nord di Skalitz, Qui parlate con i genitori della domestica di Padre Simon che vi diranno dove potete trovare la sua tomba. Perchè è importante? Perchè quel furbone del prete se la faceva con la domestica che ora è morta

Ora recatevi al cimitero dov’è seppellita, Interagite con la croce e vedrete comparire sulla mappa un’area in cui cercare Padre Simon.

Si trova vicino ad un fiume, sopra una collina. Mentre state per raggiungerlo, vi imbatterete in 2 banditi e dovrete salvare il Prete. Il bandito che tiene Simon in ostaggio vi parlerà, scegliete le seguenti opzioni di dialogo:

– “Sono venuto per Padre Simon”
– (Persuasione) “Le guardie di Talmberg ti stanno cercando”

In questo modo i banditi se ne andranno tranquillamente.

Simon sarà seduto nel campo dei banditi, non potete non vederlo (se non lo vedete, caricate il gioco e comparirà).

Parlategli e convincetelo a tornare a Rovna, con le seguenti scelte di dialogo:

– “Non erano pericolosi”
– “Quelle persone hanno bisogno di te”
– “Come dici tu”

Alla fine del dialogo, parlategli del trattamento e vi darà la ricetta per la “Pozione Artemisia”, utile per curare uno dei malati a Sasau. Tornate dal superstite a Rovna per concludere la missione.

 

Guida ai trofei

 

Difficoltà stimata: 5/10
Tempo stimato per ottenere il platino: 100+ ore
Trofei offline: 50
Trofei mancabili: 10 (Completista, Misericordioso, Vergine, Ser Simpatia, Combinaguai, Cavaliere, Pericolo rosso, Peccatore, Casanova, Cittadino di Talmberg).
Trofei buggati: non ancora individuati
Trofei legati alla difficoltà: no
Numero minimo di partite: 1, a patto di usare i salvataggi con cognizione di causa

Trofei Bronzo

Alcolizzato
Sviluppa una dipendenza dall’alcool.
Accumulate 30 bottiglie d’alcol; 40 se volete andare sul sicuro. Potete comprarle nelle locande o rubarle, vedete voi. Dunque, come sbloccare il trofeo? Iniziate bevendo fin quando Henry non ne potrà più (vi apparirà un messaggio a video), quindi fate avanzare l’orario di 24 ore e bevete nuovamente. Ripetete la procedura fregandovene se Henry sverrà (NON morirete, tranquilli) e, quando apparirà la notifica del trofeo, ricaricate un salvataggio precedente, recuperando così l’alcol e i groschen spesi.
NON DORMITE per fare avanzare il tempo, perché non otterrete il trofeo!

Insonne
Rinuncia al sonno per due giorni e due notti.
Trofeo banalissimo: fate avanzare il tempo per due giorni e lo otterrete senza problemi. Ovviamente NON dovrete dormire, altrimenti il trofeo non verrà sbloccato.

Sovrappeso
Abbuffati fino a scoppiare per due giorni.
Dovrete tenere il Nutrimento in un valore compreso tra 101 e 120 per 498 ore. Ecco un consiglio pratico per ottenere il trofeo: mangiate fino a far salire il Nutrimento a 120, avanzate il tempo di 8 ore e ripetete fino al conseguimento del trofeo.

Denutrito
Soffri la fame per tre giorni.
Fate avanzare il tempo per 72 ore senza toccare cibo e sbloccherete il trofeo.

Topo di biblioteca
Leggi 20 libri.
Anzitutto dovrete imparare a leggere, in quanto Henry è analfabeta all’inizio del gioco. Durante la missione principale Mantenere la pace, dovrete parlare col balivo di Rattay; tra le varie opzioni di dialogo ve n’è una per chiedergli di insegnarvi a leggere. Fatelo e verrete indirizzati dallo scriba di Uzhitz, sbloccando la missione secondaria La penna e la spada. Completandola, Henry imparerà a leggere.
Da ora in avanti sarà facile sbloccare il trofeo: leggete ogniqualvolta vi imbatterete in un libro e il trofeo verrà da sé.

Edward Kelly
Prepara 15 tipi di pozione.
Trofeo autoesplicativo. Per creare delle pozioni, sarà necessario anzitutto entrare in possesso delle ricette. Esse possono essere acquistate nelle farmacie: compratene diverse e createne 15 (ovviamente non uguali) e il trofeo sarà vostro.

Assassino furtivo
Elimina 20 nemici furtivamente.
Trofeo autoesplicativo.

Cacciatore
Caccia 50 capi di selvaggina.
Per “capi di selvaggina” si intendono cervi, lepri et similia. Recetevi in un’area boschiva e datevi alla pazza gioia. Vi ricordo che potrete cacciare in due modi: con l’arco (funziona meglio su animali di grosse dimensioni, come i cervi) o con la spada, rincorrendo gli animali.
Ai fini del conseguimento del trofeo, pare sia necessario non solo uccidere 50 animali, ma anche depredare i loro cadaveri. Ad ogni modo, potrete monitorare l’andazzo dal menù di pausa, andando su Giocatore>Statistiche>Animali uccisi.

Bardo
Raggiungi il livello massimo di dialogo.
Dovrete portare a 20 il livello di dialogo. All’inizio del gioco scegliete Dialogo come abilità primaria: così facendo, sbloccherete due livelli in men che non si dica. Come portare a 20 questa statistica? Semplicemente parlando. Durante il corso dell’avventura, Henry avrà modo di parlare con tantissimi personaggi, il che farà lentamente e inesorabilmente aumentare le sue abilità dialettiche.

Ser Simpatia
Acquista fama in ogni città e villaggio.
Trofeo scassapalle che per essere sbloccato richiede una buona dose di pazienza. In ogni città e villaggio che visiterete, man mano che completerete missioni secondarie, guadagnerete punti reputazione, controllabile dal menù. Per massimizzare la fama di Henry dovrete comportarvi da bravi cittadini: siate sempre onesti e disponibili ad aiutare il prossimo, e non incontrerete particolari problemi nell’ottenere il trofeo.

Assassino seriale
Uccidi 200 persone.
Uccidendo banditi ogniqualvolta ne avrete occasione, il trofeo verrà da sé.

Esploratore
Scopri tutti i luoghi sulla mappa.
Trofeo semplicissimo: dovrete esplorare tutta la mappa, ossia far sparire la nebbia in ogni zona.

Cavallerizzo
Trionfa nella corsa di cavalli a Talmberg.
Dopo aver completato la missione principale Pericolo rosso, a Neuhof, parlate a Zora, la venditrice di cavalli, chiedendole se c’è del lavoro per voi. Ella inizierà a lamentarsi sul fatto che nessuno sta comprando i suoi cavalli. Offritevi di portare il cavallo di Sir Davish a Talmberg. Ivi giunti, dovrete convincere il nobile che i cavalli di Zora sono dei cavalli con la c maiuscola. Una volta convinto Sir Davish, parlate col suo stalliere e iniziate la corsa; vincendola, il trofeo verrà sbloccato.

Mago del commercio
Risparmia 2000 groschen con le trattative.
Ogniqualvolta che acquisterete o venderete merce, sarà possibile trattare sul prezzo. Risparmiate in questo modo 2000 groschen e il trofeo sarà vostro. Analogamente ad altri trofei, l’importo totale di groschen risparmiati sarà consultabile dal menù (Giocatore – Statistiche – Dialogo – Denaro risparmiato con le trattative).

Detenuto
Trascorri tre giorni in prigione.
Per sbloccare il trofeo consiglio di: attaccare un passante, attendere l’arrivo delle guardie, attaccare anche loro e arrendervi, ottenendo così una pena pari a cinque giorni di reclusione.

David Horak
Raccogli 10.000 erbe.
Le erbe sono comunissime in Boemia, ma raccoglierne 10.000 non sarà impresa da poco. Purtroppo non esistono trucchi o scorciatoie per agevolare il conseguimento di tale mastodontico obiettivo, per cui mettetevi d’impegno sin dalle prime battute di gioco. Dal menù di pausa sarà possibile controllare il numero di erbe raccolte andando in: Giocatore – Statistiche – Erbe raccolte.

Giocatore d’azzardo
Vinci 1000 groschen nel minigioco dei dadi.
In ogni città sarà possibile giocare a dadi e vincere groschen. La fortuna fa da padrona in queste situazioni, per cui l’unico consiglio che posso darvi è di salvare prima che inizi la partita a dadi.

Figlio di fabbro
Completa la prima missione.
Trofeo legato alla trama, impossibile da mancare.

Cavaliere
Salva Theresa dai cumani.
Durante la missione principale Corri!, sentirete a un certo punto delle grida provenienti da una capanna. Theresa sta per essere stuprata da tre cumani e voi dovrete salvarla. Consultate la discussione appena linkata per maggiori dettagli.

Risveglio
Unisciti alla guarnigione di ser Radzig.
Trofeo non mancabile poiché legato alla trama; lo otterrete completando la missione principale Risveglio.

Un nuovo amico
Salva ser Capon dai cumani.
Trofeo non mancabile poiché legato alla trama; lo otterrete completando la missione principale La preda.

Pericolo rosso
Salva Ginger dai banditi.
Trofeo non mancabile poiché legato alla trama; lo otterrete completando la missione principale Pericolo rosso.

Runt
Uccidi Runt.
Trofeo non mancabile poiché legato alla trama; lo otterrete completando la missione principale Il battesimo del fuoco.

Vita monastica
Diventa un monaco.
Trofeo legato alla storia, quindi impossibile da mancare. Verrà sbloccato al termine della missione principale Povertà, Castità ed Obbedienza.

Figlio illegittimo
Scopri l’identità del tuo vero padre.
Trofeo legato alla storia, quindi impossibile da mancare.

Conquistatore
Conquista l’accampamento nemico a Vranik.

Cittadino di Talmberg
Completa tutti gli obiettivi opzionali nella missione Assedio.

Combinaguai
Fatti arrestare a Skalica.
Trofeo facilmente ottenibile facendosi cogliere in flagrante mentre si ruba, per esempio, dalle bancarelle dei mercanti. Quando giungerà la guardia, premete L1+X per arrendervi e fatevi arrestare. Tutto qua.

Peccatore
Ubriacati insieme a padre Godwin.
Durante la missione principale Le vie del Signore, dovrete ubriacarvi assieme a padre Godwin.

Dottore della peste
Cura tutti i malati a Merhojed.
Completate la missione secondaria Peste e sbloccherete il trofeo.

Giuda
Tradisci i tuoi amici nella missione Fratelli di forca.

Freud
Scopri la verità sul passato di Erik.

Mastro cacciatore
Diventa il mastro cacciatore di Talmberg.

Guastafeste
Sventa le tre esecuzioni.

Cattive compagnie
Danza con il diavolo.
Durante la missione principale Le vie del Signore, padre Godwin vi assegnerà la missione secondaria Danza con il Diavolo.

Illibato
Votati alla castità e resta vergine fino al termine del gioco.
La descrizione del trofeo dice tutto: dovrete evitare come la peste ogni donna. In particolar modo, prestate attenzione durante la missione principale Le vie del Signore, dove dovrete rifiutare l’invito a bere di Padre Gogwin.

Trofei Argento

Misericordioso
Non uccidere nessuno nella storia principale (tranne Runt).
Probabilmente il trofeo più complesso del gioco, Misericordioso richiede che non uccidiate nessuno (a parte Runt) nel corso del gioco. Evitate armi da taglio e frecce, prediligendo bastoni, mazze e altre armi contundenti.

Ranger
Percorri a piedi più di 50 chilometri.
Trofeo autoesplicativo, non aggiungo altro. Camminate, camminate e camminate.

Pellegrino
Trova tutti i sacrari votivi e le croci espiatorie.
I sacrari e le croci, solitamente, si trovano ai lati delle strade principali; esploratele tutte e sbloccherete il trofeo.

Ladro
Ruba oggetti per un valore totale di 30.000 groschen.
Trofeo autoesplicativo: dal menù di pausa potrete controllare il numero di groschen rubati andando su Giocatore – Statistiche – Crimini.

Livello massimo
Raggiungi il livello massimo.
Trofeo immancabile, non pensateci troppo.

Guerriero
Esegui 100 combo in combattimento.
Eseguite 100 combo e il trofeo sarà vostro.

Cecchino
Elimina 50 nemici con colpi alla testa.

Spilorcio
Accumula 5000 groschen.

Rubacuori
Corteggia Theresa.

Casanova
Corteggia la signora Stephanie.

Nobile brigante
Completa la missione Un nobile brigante.

Trofei Oro

Completista
Completa tutte le missioni.

Titoli di coda
Completa la storia principale.

Trofeo di Platino

Trofeo di platino
Ottieni tutti i trofei.

 

Annunci

Categorie:PC, PlayStation, Soluzioni, Xbox

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.